17 ottobre 2016

Wonder Woman ambasciatrice Onu: scoppia la polemica

Fa discutere la scelta di nominare la supereroina come ambasciatrice onoraria delle Nazioni Unite

 

Doppia notizia sul fronte della superoina più cool dell'universo. È arrivato un nuovo trailer di Wonder Woman, ma nel frattempo si discute di lei anche per la sua recente nomina come... ambiasciatrice dell'Onu.

Con una decisione che ha spiazzato in molti, un po' come quella di assegnare il Nobel per la letteratura al cantautore Bob Dylan, Diana Prince alias Wonder Woman è stata nominata come ambasciatrice onoraria dell'Onu. Una scelta parecchio singolare, quella del personaggio creato nel 1941 da William Moulton Marston, ma che è stata anche criticata da alcuni, che l'hanno vista come una mera operazione di marketing, mentre per altri si tratta giusto di un “contentino” in un'annata in cui ci si aspettava che una donna sarebbe potuta diventare per la prima volta Segretario Generale delle Nazioni Unite, mentre la scelta è poi ricaduta di nuovo su un uomo, il portoghese António Guterres.

 

La leader del partito britannico per l’uguaglianza delle donne Sophie Walker ha commentato con disappunto questa decisione: “È abbastanza comico che le Nazioni Unite non abbiano potuto pensare a una donna in carne e ossa che potesse ricoprire questo ruolo. Eppure io ne incontro di straordinarie ogni giorno”.

 

La cerimonia di consegna dell'onorificenza a Wonder Woman sarà tenuta il prossimo 21 ottobre al Palazzo di Vetro di New York City, e il dubbio è: chi rappresenterà la supereroina? La sua storica inteprete nella serie tv anni '70, Lynda Carter, oppure Gal Gadot, che indosserà il suo costume nella pellicola in arrivo nel 2017? O forse entrambe?

In attesa di scoprirlo, ecco intanto il nuovo combattivo trailer internazionale dell'atteso film.