05 settembre 2017

Venezia 74: Tre manifesti a Ebbing, Missouri vincerà il Leone d'oro?

Sul red carpet protagoniste Micaela Ramazzotti e Kirsten Dunst, aspettando Jennifer Lawrence

 

La 74a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia sembra aver trovato il suo primo grande favorito per la vittoria finale. Tre manifesti a Ebbing, Missouri ha ricevuto un'accoglienza trionfale e c'è già chi parla sia di capolavoro che di Leone d'oro.

 

La pellicola diretta dal regista britannico di origini irlandesi Martin McDonagh, già autore di In Bruges e 7 psicopatici, ha un cast grandioso che vanta Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, John Hawkes e Peter Dinklage e racconta la storia di una madre che vuole giustizia per la figlia, una ragazza che è stata violentata e bruciata viva. Una vicenda dura per una pellicola che non ha certo fatto restare indifferenti pubblico e critica. Per scoprire se avrà impressionato anche la giuria presieduta da Annette Bening ci sarà invece da attendere la serata di premiazione di sabato 9 settembre.

 

Oltre a Frances McDormand e in attesa di Jennifer Lawrence, oggi al Festival con il già molto discusso Madre! di Darren Aronofsky, ci sono state anche altre due donne star sul red carpet di Venezia 74. L'affascinante Micaela Ramazzotti, dopo aver accompagnato il marito Paolo Virzì alla proiezione di Ella & John (The Leisure Seeker), ha presentato il secondo film italiano in Concorso: Una famiglia di Sebastiano Riso. Una pellicola che affronta il tema del mercato nero dei neonati, bocciata dalla critica ma promossa dal pubblico.

Sempre splendida anche Kirsten Dunst. L'attrice feticcio di Sofia Coppola è arrivata al Festival per presentare nella sezione Cinema nel Giardino Woodshock, il film sperimentale diretto dalle esordienti Laura e Kate Mulleavy, le fondatrici del marchio fashion Rodarte. Anche questa pellicola ha diviso parecchio gli spettatori, ma la protagonista ha incantato tutti. Sia sullo schermo che sul tappeto rosso.