10 novembre 2016

Trainspotting diventa una (o più) serie tv?

Lo scrittore Irvine Welsh svela di essere al lavoro su dei nuovi progetti legati ai suoi personaggi più celebri

 

Sembra davvero arrivato il momento per un sano revival degli anni '90. Mentre nelle sale italiane è arrivato il documentario Oasis: Supersonic e per il 2017 è prevista la nuova tanto attesa stagione di Twin Peaks, sul fronte di uno dei film cult del decennio, Trainspotting, le novità non mancano certo.

Il 2 marzo del 2017 arriverà nei nostri cinema T2: Trainspotting 2, sempre diretto da Danny Boyle, ma intanto si sta già pensando oltre. Lo scrittore Irvine Welsh, autore dei romanzi Trainspotting e Porno che hanno ispirato le due pellicole, ha fatto sapere di essere al lavoro su dei progetti spin-off.

 

Guarda il trailer di T2: Trainspotting 2

 

In un'intervista con la rivista musicale britannica NME, lo scrittore scozzese, che all'universo di Trainspotting ha dedicato anche il prequel Skagboys e il recente L'artista del coltello incentrato sul personaggio di Begbie (Robert Carlyle), ha dichiarato: “In pratica, ho dei piani su ciascuno dei libri. Tutti sono in fase di sviluppo in qualche modo”. Al cinema? No, a quanto pare potrebbero arrivare sul piccolo schermo: “Sulla tv via cavo ci sono degli sviluppi interessanti”.

 

Irvine Welsh ha inoltre offerto qualche promettente anticipazione su T2: Trainspotting 2: “Ha preso gli elementi più dinamici del primo libro e di Porno, ma si guarda anche avanti per essere contemporaneo. Sotto certi aspetti, credo sia persino un film migliore. Sono diventati personaggi così iconici e questo film cementerà il loro status ancora di più”.

 

L'attesa nei confronti del sequel che vedrà tornare insieme Ewan McGregor, Robert Carlyle, Jonny Lee Miller ed Ewen Bremner continua quindi a salire. Così come la curiosità nei confronti delle possibili serie spin-off.