04 novembre 2016

Tilda Swinton, i suoi ruoli più strani

Le parti più singolari interpretate dall'originale attrice britannica nel corso della sua carriera

 

Tilda Swinton è uno dei volti più singolari del cinema mondiale. Merito del suo aspetto androgino, così come dei look sempre molto particolari che sfoggia tanto sui red carpet, quanto nelle pellicole che interpreta. L'originalissima attrice britannica sabato 5 novembre compie 56 anni e, considerando che attualmente è nei cinema mondiali accanto a Benedict Cumberbatch nel blockbuster Doctor Strange, vogliamo festeggiare il suo compleanno andando proprio a rivedere alcune delle sue parti più “strange” offerte sul grande schermo.

Per i fratelli Coen la Swinton si è fatta in due. Letteralmente. Nella loro recente commedia grottesca Ave, Cesare!, l'attrice ha infatti la parte delle due sorelle rivali Thora e Thessaly Thacker.

All'interno della sua variegata galleria di personaggi, Tilda Swinton non poteva farsi mancare anche un ruolo da strega, o più per la precisione da potente Strega Bianca nella saga fantasy de Le cronache di Narnia.

Tilda Swinton può ormai essere considerata l'attrice “feticcio” del nostro Luca Guadagnino. Dopo The Protagonists e Io sono l'amore, la vedremo presto anche nel remake di Suspiria da lui girato. In A Bigger Splash inoltre le ha offerto un ruolo alquanto particolare: quello della rockstar rimasta senza voce. Visto che il suo personaggio, dopo essersi sottoposto a un intervento alle corde vocali, non può parlare, l'attrice offre qui un'interpretazione quasi da cinema muto.

Solo gli amanti sopravvivono racconta la love story tra due amanti interpretati da Tilda Swinton e Tom Hiddleston che in apparenza vivono una vita normale. Normale, a parte un piccolo dettaglio: è una vita infinita, visto che sono due vampiri.

Nel film fantasy Constantine con Keanu Reeves, a Tilda Swinton è stata offerta una parte decisamente impegnativa e insolita: quella dell'Arcangelo Gabriele.

Nel film fantascientifico diretto dal sudcoreano Bong Joon-ho tutto ambientato all'interno di un treno, Tilda appare invecchiata, con sul volto degli occhiali dalle lenti spessissime e in pratica irriconoscibile. Eppure è proprio lei!

Per un'attrice spesso impegnata nel cinema d'autore o fantasy come lei, l'incursione in una commedia goliardica come Un disastro di ragazza interpretata dall'irresistibile Amy Schumer è già di suo un fatto piuttosto inconsueto. A rendere tutto più assurdo ci pensa poi il look qui proposto. Se avete visto il film e non vi siete accorti che fosse proprio lei, tranquilli, è una cosa del tutto normale. Qui è persino più irriconoscibile che in Snowpiercer, in un ruolo che la conferma regina dei travestimenti.

Uno dei primi film a regalare la popolarità internazionale a Tilda Swinton è stato Orlando, pellicola del 1992 ispirata all'omonimo romanzo di Virginia Woolf. Qui l'attrice ha la parte di un uomo, il nobile Orlando, cui la regina Elisabetta I d'Inghilterra ordina di non invecchiare mai e che, nel corso della sua lunga vita, subirà persino un cambio di sesso spontaneo.