06 giugno 2017

The Man Who Killed Don Quixote è pronto: Terry Gilliam ce l'ha fatta

Dopo 17 anni dall'inizio della lavorazione, il regista de L'esercito delle 12 scimmie ha completato le riprese del suo film più travagliato

 

Diciassette anni. Un tempo in cui alcuni registi – tanto per fare un nome a caso Woody Allen – riescono a girare diciassette film, o quasi. Un tempo che invece Terry Gilliam ha impiegato a ultimare le riprese di uno dei lavori cinematografici più sospirati di tutti i tempi: The Man Who Killed Don Quixote.

 

In questo periodo il regista statunitense naturalizzato britannico ha realizzato altre pellicole, da I fratelli Grimm e l'incantevole strega a The Zero Theorem - Tutto è vanità, passando per Tideland - Il mondo capovolto e Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo, ma quello sul celebre cavaliere errante restava il suo progetto più ambizioso, quello che voleva a tutti i costi portare a termine. Ora finalmente l'ex Monty Python ce l'ha fatta!

A dare con gioia l'ormai insperato annuncio della fine delle riprese è stato lo stesso Terry Gilliam attraverso i social network.

Al momento riguardo al progetto, sulla cui tormentata produzione nel 2002 è uscito il documentario Lost in La Mancha, si hanno poche altre informazioni. Si sa solo che il protagonista è Adam Driver e il cast comprende anche Jonathan Pryce, Olga Kurylenko, Rossy de Palma e Stellan Skarsgård. Un'altra cosa che si sa è che, dopo tutta questa attesa, ci aspettiamo come minimo un nuovo cult ai livelli di Brazil, L'esercito delle 12 scimmie e Paura e delirio a Las Vegas.