11 luglio 2017

Tartarughe Ninja: 9 cose da sapere su Leonardo e compagni

Alcune curiosità sui Teenage Mutant Ninja Turtles, dai fumetti fino ai film

 

Leonardo, Donatello, Raffaello e Michelangelo. Se ti diciamo i loro nomi a chi pensi?

 

Ai quattro grandi protagonisti del Rinascimento Fiorentino, certo, ma anche ai protagonisti della serie Tartarughe Ninja. Almeno se sei cresciuto dagli anni '80 in poi. A partire dal 1984, i Teenage Mutant Ninja Turtles hanno infatti conquistato l'immaginario collettivo, del pubblico più giovane ma non solo.

 

In attesa dell'arrivo del film Tartarughe Ninja di Jonathan Liebesman con Megan Fox, Will Arnett e William Fichtner, oltre naturalmente a Leonardo, Donatello, Raffaello, Michelangelo e al loro maestro Splinter, in onda su Paramount Channel (canale 27 del digitale terrestre) domenica 16 luglio alle ore 21.15, andiamo a scoprire alcune curiosità sui mitici Turtles.

Come hanno fatto quattro normali tartarughine a trasformarsi in Tartarughe Ninja? Questo potrai scoprirlo guardando il film su Paramount Channel. Per quanto riguarda la loro ideazione, invece, le quattro tartarughe hanno cominciato a farsi notare come protagoniste della serie a fumetti del 1984 Teenage Mutant Ninja Turtles, realizzata dai disegnatori Kevin Eastman e Peter Laird.

Dopo i fumetti, Leonardo e compagni entrano definitivamente nell'immaginario collettivo mondiale grazie alla fortunata serie animata Tartarughe Ninja alla riscossa del 1987, andata avanti per ben 10 stagioni e un totale di 193 puntate. Un vero cult per chi è cresciuto tra la fine degli anni '80 e i primi anni '90.

Considerato il grande successo di fumetti e cartoni, il passaggio naturale successivo è stato quello nel mondo del cinema. Il primo film a loro dedicato arriva nel 1990, è intitolato Tartarughe Ninja alla riscossa, si rivela un successo e dà vita a due sequel: Tartarughe Ninja II – Il segreto di Ooze del 1991 e Tartarughe Ninja III del 1993. Nel 2007 è invece uscito TMNT, film realizzato interamente in computer grafica.

Dopo fumetti, videogame, giocattoli, serie live-action e animate, tra le quali Teenage Mutant Ninja Turtles trasmessa da Nickelodeon, a 30 anni dall'esordio su carta, nel 2014, è arrivato il momento per il loro ritorno in grande stile nei cinema mondiali. Tartarughe Ninja, il film diretto da Jonathan Liebesman e prodotto da Paramount Pictures, Nickelodeon Movies e dalla Platinum Dunes di Michael Bay, è un reboot della serie, una vera e propria rinascita, e con i suoi quasi $ 500 milioni incassati nel mondo è diventato il titolo di maggiore successo dell'intero franchise. Nel 2016 è poi arrivato il sequel Tartarughe Ninja – Fuori dall'ombra diretto da Dave Green.

Da dove arriva la celebre espressione spesso usata dalle Tartarughe Ninja “Cowabunga”?

Si tratta di un termine usato per la prima volta negli anni '50 da Chief Thunderthud, uno dei personaggi di uno show statunitense a base di burattini chiamato Howdy Doody. Pare che questa parola derivi da un’esclamazione dei nativi americani Kwa Bungu che è stata poi utilizzata di frequente anche dai surfisti a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, ed è poi stata ripresa dai Turtles. Le Tartarughe Ninja l'hanno resa così popolare che a metà degli anni '90 è stata introdotta persino nel prestigioso Oxford Dictionary, con questa definizione: “Termine usato per esprimere compiacimento e soddisfazione”.

I nomi originali dei quattro protagonisti della serie, ovviamente ispirati ai quattro geniali artisti italiani, presentavano un clamoroso errore ortografico: Michaelangelo, anziché Michelangelo.

 

Nella poco fortunata serie tv live-action Tartarughe Ninja – L’avventura continua, trasmessa negli Usa per una sola stagione tra il 1997 e il 1998, c'è una quinta tartaruga ninja. Si tratta di una femmina di nome Venus de Milo, nome preso in prestito dalla celebre statua greca Venere di Milo realizzata da Alessandro di Antiochia, ed è un personaggio del tutto nuovo, non comparso nei fumetti.

Nel corso degli anni '90 le nostre tartarughe preferite hanno dato vita persino a una rock band, i Teenage Mutant Ninja Turtles, da non confondere con i Turtles, noto gruppo anni '60 autore della hit Happy Together (canzone non a caso canticchiata nel film). La band delle Tartarughe Ninja è stata anche protagonista di un tour musicale.

Nel film del 2014 le Tartarughe Ninja fanno riferimento a una pizza leggendaria, quella ai 99 formaggi. Il pizzaiolo australiano di chiare origini italiane Johnny Di Francesco, vincitore del Campionato mondiale della pizza 2014 e proprietario della pizzeria 400 gradi, ha preso spunto dalla pellicola e l'ha realizzata per davvero, dandole il nome di Super Cheese! Sarà buona?