31 maggio 2017

I super-eroi oscuri del grande schermo

Siamo abituati ormai a decine e decine di coloratissimi film di super-eroi pieni di gag e battute a favore di camera, ma non tutti gli eroi in costume del cinema sono così. C’è un intero sottogenere popolato da pellicole più mature, se non rivolte espressamente a un pubblico adulto, che mandano in brodo di giuggiole gli appassionati di fumetti. Ecco cinque film sui super-eroi NON per tutta la famiglia…
di Alessandro “DocManhattan” Apreda
Chi controlla i controllori?, si chiedeva Giovenale nelle sue Satire, mille e novecento anni fa. Who Watches the Watchmen?, gli faceva eco il genio Alan Moore nell’86, in una miniserie a fumetti diventata uno dei più apprezzati fumetti di super-eroi di tutti i tempi. Nel 2009 Watchmen diventa un film VM14 diretto da Zack Snyder, reduce dalla trasposizione di un’altra apprezzata graphic novel, 300 di Frank Miller. Rorschach, il Dottor Manhattan, il Comico e gli altri personaggi di Watchmen si presentano così al grande pubblico di tutto il pianeta, con la loro storia fatta di ucronie, amori, tradimenti, rimpianti… e orologi.
La curiosità: nel mondo di Watchmen, il Dottor Manhattan ha cambiato il corso della storia, facendo vincere agli USA la guerra del Vietnam. Tutte le bandiere americane che si vedono nel film hanno 51 stelle anziché 50, perché… il Vietnam è stato annesso agli States dopo il conflitto.
Dopo una serie di esperimenti non tutti riuscitissimi con i mutanti Marvel e, in particolare, con quello più famoso di tutti, la Fox torna a occuparsi di Wolverine con un film diverso, maturo, espressamente pensato per un pubblico più adulto (in Italia la pellicola è VM14), come testimonia una violenza visiva fuori scala per una pellicola di questo tipo. Ma Logan - The Wolverine non è Deadpool, e le gag sboccate cedono qui il posto alla storia drammatica di un vecchio eroe a fine carriera. L’ultimo film di Hugh Jackman nei panni e con gli artigli di Wolverine… salvo ripensamenti, chiaro.
La curiosità: Patrick Stewart ha dovuto perdere quasi 10 kg per interpretare il Charles Xavier vecchio e malato di Logan - The Wolverine. L’attore ha dichiarato che è stata la prima volta in tutta la sua vita in cui ha dovuto mettersi a dieta!
Prima di diventare famoso in tutto il globo con i suoi Guardiani della Galassia, James Gunn girava nel 2010 questo film a metà tra la black comedy e il drammatico. Una storia di persone comuni che diventano vigilanti in costume, come in Kick-Ass (uscito anch’esso nel 2010), ma molto più amara. Girata con l’equivalente hollywoodiano di un secchio di lupini e passata praticamente inosservata in sala, Super resta una pellicola che merita una visione. Nel cast Rainn Wilson, Ellen Page e Liv Tyler…
La curiosità: …tutti e tre apparsi in altri film di super-eroi. Wilson era ne La mia super ex-ragazza di Ivan Reitman (2006), Ellen Page è la Kitty Pryde di due film degli X-Men e Liv Tyler è Betty Ross ne L’Incredibile Hulk (2008).
La trilogia di Christopher Nolan dedicata al paladino di Gotham City ha non solo rilanciato il personaggio di Batman al cinema, dopo il tracollo della serie anni 90 seppellita da Batman & Robin, ma messo d’accordo critica e pubblico con tre pellicole cinematograficamente impeccabili in cui il vero protagonista è Bruce Wayne, l’uomo sotto la maschera, un enorme Christian Bale. Tanto che, paradosso, a molti - come chi scrive - fa strano quando nei film del cavaliere oscuro salta fuori Batman con il suo vocione…
La curiosità: Tom Hardy ha dichiarato che è stato molto difficile per lui interpretare Bane, villain del terzo film, Il cavaliere oscuro - Il ritorno, perché… doveva menare Batman. E non è mai facile, dice Hardy, prendere a pugni l’eroe della tua infanzia.
Un classico thriller di M. Night Shyamalan prima maniera, con sorpresone finale, incentrato sul mondo dei super-eroi. Un eroe estremamente realistico, il David Dunn di Bruce Willis, calato in un’ambientazione assolutamente verosimile, eppure munito di tutti gli elementi classici del genere, dai colori di ciò che indossa alla sua personalissima kryptonite e alla sua nemesi. L’ultimo film di Shyamalan, Split, è collegato ad Unbreakable e nel 2019 arriverà una pellicola che fungerà da sequel per entrambi, Glass.
La curiosità: verso la fine del film, accanto a Samuel L. Jackson si vede un numero del fumetto su Nick Fury e lo S.H.I.E.L.D. Anni dopo, a partire dal primo Iron Man (2008) Jackson sarebbe diventato il Nick Fury a capo dello S.H.I.E.L.D. nell’universo cinematografico Marvel.