03 agosto 2016

Suicide Squad, il regista non ci sta alle critiche

David Ayer risponde a tono alle prime recensioni del film con Jared Leto, Margot Robbie e Will Smith

 

Suicide Squad è il film più discusso del momento. Non è ancora ufficialmente arrivato nei cinema, ma già sta scatenando reazioni parecchio contrastanti. Le previsioni d'incasso sono molto positive, c'è chi parla di possibile record per un film in uscita ad agosto, mentre le prime recensioni non sono state troppo tenere.

 

Guarda il trailer di Suicide Squad

 

Il film con Jared Leto, Margot Robbie e Will Smith approda nelle sale americane questo weekend, mentre da noi arriverà appena prima di Ferragosto, a partire da sabato 13 agosto. Intanto negli Usa sono arrivati i primi pareri da parte dei critici, che non hanno parlato molto bene della pellicola.

 

Alle critiche ha prontamente risposto il regista di Suicide Squad, David Ayer, che su Twitter ha difeso il suo lavoro e le scelte fatte, citando le parole del rivoluzionario messicano Emiliano Zapata: “Prefiero morir de pie que vivir de rodillas”, ovvero: “Preferisco morire in piedi che vivere sulle ginocchia.

 

Nel corso della premiere del film, il poco politically correct regista ha anche pubblicamente mandato a quel paese la Marvel, la compagnia “rivale” della DC Comics. Insomma, proprio come i villain protagonisti della sua pellicola, David Ayer contro tutti!