17 marzo 2016

St. Patrick's Day, i 10 attori irlandesi più cool

Festeggiamo il giorno di S. Patrizio con gli interpreti irlandesi più interessanti, da Saoirse Ronan a Michael Fassbender.

Per il giorno di S. Patrizio, i cinema italiani hanno deciso di fare un bell'omaggio all'Irlanda. Esce infatti proprio oggi nelle nostre sale Brooklyn, pellicola molto carina che tratta in maniera delicata ma efficace il tema dell'immigrazione, attraverso la storia di una ragazza irlandese che nei primi anni '50 si trasferisce negli Stati Uniti.

Anche noi vogliamo celebrare la festa nazionale della Repubblica d'Irlanda e per farlo vi proponiamo una carrellata di bei volti, quelli degli attori e delle attrici irlandesi più interessanti in circolazione nel panorama cinematografico (e pure televisivo) attuale.

Ha avuto la sua prima candidatura agli Oscar alla tenera età di 13 anni, grazie alla sua sorprendente interpretazione in Espiazione, e quest'anno ha concesso il bis. Per poter vedere se questa seconda nomination se l'è guadagnata, vi consigliamo di andare al cinema a vedere Brooklyn, appena arrivato nei cinema italiani.

Attore irlandese di origini tedesche, Michael Fassbender ormai non ha quasi più nemmeno bisogno di presentazioni. Ricordiamo solo la sua ultima notevole interpretazione, quella nei panni di Steve Jobs, che gli è valsa una meritatissima nomination agli Oscar e con cui ha rischiato di fare uno sgambetto a Leonardo DiCaprio...

Già da diversi anni tra gli attori irlandesi più richiesti in giro per il mondo, negli ultimi tempi Colin Farrell ha rilanciato ulteriormente la sua carriera, con due parti notevoli: quella nella seconda discussa stagione di True Detective e quella nella singolare pellicola greca The Lobster.

Il suo nome non vi dice nulla?

Eppure da qualche parte di certo l'avrete visto, considerando come ormai Domhnall Gleeson sia ovunque: nel campione d'incassi Star Wars: Il risveglio della Forza, nell'acclamato Revenant - Redivivo, nel fantascientifico Ex Machina e adesso anche in Brooklyn.

Dopo essersi fatto notare al grande pubblico nell'horror 28 giorni dopo e nei panni dello Spaventapasseri della trilogia di Batman firmata da Christopher Nolan, Cillian Murphy attualmente è impegnato soprattutto come protagonista dell'ottima serie britannica Peaky Blinders.

Lanciato da Velvet Goldmine, esploso con Match Point, Jonathan Rhys Meyers è oggi uno degli interpreti irlandesi più impegnati. Ha infatti ben sei film in uscita nei prossimi mesi, tra cui Stonewall di Roland Emmerich.

La star della serie tv Outlander presto si cimenterà anche alla prova del grande schermo. Una prova non da poco, visto che l'irlandese è nel cast di Money Monster, all'impegnativo fianco di due star come George Clooney e Julia Roberts.

Nota soprattutto al pubblico tv per la parte di Lady Mary ne I Tudors e per quella della Principessa Aurora in Once Upon a Time, di recente Sarah Bolger si è segnalata anche al cinema nell'horror The Lazarus Effect, dove ha dimostrato di poter rubare la scena persino a Olivia Wilde.

La serie fiabesca Once Upon a Time a quanto pare porta bene agli attori irlandesi. Oltre a Sarah Bolger, si è fatto notare pure Colin O'Donoghue, l'interprete di Capitan Uncino, presto protagonista sul grande schermo di due pellicole: The Dust Storm e Carrie Pilby.

La figlia di Bono Vox degli U2, “soltanto” il gruppo irlandese più noto al mondo, si sta costruendo una carriera di tutto rispetto in ambito recitativo. Prima con un piccolo ruolo in This Must Be the Place di Paolo Sorrentino, ora con parti ne Il ponte delle spie di Steven Spielberg e nella serie tv The Knick al fianco di Clive Owen.