17 ottobre 2017

Spike, la tv che spacca al via sul canale 49

Viacom arricchisce la sua proposta con una rete rivolta all'uomo moderno, ma non solo

 

Un nuovo canale TV è pronto a fare il suo ingresso all'interno della già ricca proposta di Viacom International Media Networks Italia per il piccolo schermo. A partire da domenica 22 ottobre sul canale 49 del digitale terrestre arriva Spike, un nuovo brand di intrattenimento dedicato prevalentemente al nuovo modello di uomo moderno, ma non solo.

 

Spike è la tv per l’uomo che non si prende troppo sul serio e che affronta le molte difficoltà quotidiane con una buona dose di ironia. Un uomo sempre più stressato e sotto pressione ma che crede nelle relazioni positive, nell’amicizia, nello humor, nella forza del gruppo e nel potere terapeutico di una serata tra amici. In una parola: lo Spiker.

 

Spike, un brand internazionale di successo già presente in diversi paesi del mondo, si propone quindi come la risposta anti-stress ideale per affrontare le difficoltà della vita quotidiana e per ricaricarsi. I pilastri del palinsesto di questo nuovo canale lanciato da Viacom sono tre: azione, divertimento e realtà. La programmazione prevede un mix di storie scripted e reali: film, serie TV, factual, game show, informazione, produzioni originali, tutti all’insegna di divertimento, intrattenimento ed energia positiva.

 

Si parte domenica 22 ottobre, con un palinsesto che sarà una vetrina di anticipazioni di tutto ciò che arriverà dall’inizio della settimana sul canale. Segnaliamo alle ore 16.05 il film comedy Dodgeball – Palle al balzo con Ben Stiller e Vince Vaughn e alle 20.20 il game show Wipeout – Pronti a tutto con l’esilarante commento del Trio Medusa. In prima serata alle 21.15 via al talent show sul mondo dei tatuaggi Ink Master con doppio episodio, l’appuntamento di prima serata di tutte le domeniche successive, e alle 23.00 la prima TV italiana di Police Interceptors. Tra i programmi da non perdere, a partire da novembre, ci sarà poi la prima produzione originale di Spike, Le Capitane, il racconto ironico e inedito della vita di mogli e fidanzate di calciatori.

 

A proposito della partenza di Spike, l'Amministratore Delegato Viacom per Italia, Medio Oriente e Turchia Andrea Castellari ha dichiarato: “L’arrivo di Spike sul free to air è un tassello importante della strategia di sviluppo e rafforzamento del nostro business in Italia. Viacom è, infatti, un player con l’ambizione di giocare un ruolo sempre più rilevante nel mercato italiano. Dopo la nascita di Paramount Channel e di VH1, Spike rappresenta la chiusura di un cerchio. I contenuti di Spike, fatti da un sapiente mix di generi diversi, andranno ad essere perfettamente complementari con quelli offerti da Paramount Channel, il nostro brand dedicato agli story lovers”.

 

Sergio Del Prete, Vice President Editorial Content di Viacom Italia, aggiunge: “Spike si propone come l’amico che aiuta a staccare la spina e a ricaricarsi di energia positiva, pensato per un pubblico prevalentemente maschile, ma non solo. Spike è un canale nativo digitale che completa la presenza di Viacom in Italia con un’offerta editoriale, un posizionamento e un target specifici. È un prodotto distintivo, costruito attorno ai bisogni del nuovo uomo moderno italiano, con un palinsesto ricco di generi e formati, all’insegna di azione, divertimento e realtà”.

 

Le sorprese non sono finite qui. Bobo Vieri sarà l'ambassador ironico e il volto di Spike. Viacom è inoltre lieta di annunciare un'importante partnership con la JovaTV di Lorenzo Jovanotti. Su Spike (canale 49 del dtt) e su VH1 (il canale musicale del gruppo in onda sul 67 del dtt) andranno infatti in onda contenuti prodotti da JovaTV in sintonia con i due brand.

 

Al riguardo, Sergio Del Prete ha commentato: “Siamo molto contenti di questo importante accordo con uno degli artisti italiani più importanti e molto rappresentativo per i nostri brand. Con Lorenzo, e la JovaTV, abbiamo già in cantiere diversi progetti originali, che svilupperemo a breve e vi racconteremo nelle prossime settimane”.