16 marzo 2018

Shia LaBeouf contro la saga di Transformers

Il protagonista dei primi tre film sui robottoni ha speso parole molto negative nei confronti del franchise

 

Avete presente il detto “non sputare nel piatto in cui hai mangiato”? Voi sì, probabilmente Shia LaBeouf no. O comunque non deve rientrare tra i suoi modi di dire preferiti. L'attore ha infatti criticato con parole decisamente pesanti la saga di Trasformers che l'ha trasformato in una star mondiale.

via GIPHY

Shia ha cominciato a farsi conoscere come protagonista della serie TV Disney Even Stevens e poi con il film, sempre prodotto dalla Disney, Holes - Buchi nel deserto. A regalargli un'enorme popolarità internazionale è stato poi soprattutto Transformers, il blockbuster diretto nel 2007 da Michael Bay che ha avuto quattro sequel (di cui due ancora con LaBeouf nei panni di Sam Witwicky) e presto anche uno spin-off su Bumblebee.

 

L'attore 31enne non sembra certo fiero di aver preso parte a tre film del franchise sui robottoni. In un'intervista rilasciata a Esquire ha dichiarato: “Quei lungometraggi mi sembravano irrilevanti. Avevo la sensazione che fossero fottutamente datati. C'è chi crea delle storie come Easy Rider e Toro scatenato e pensi a De Niro e Scorsese e Hopper, e in quello che fanno trovi del valore. Nel frattempo tu stai dando la caccia a dei cristalli energon. È davvero complicato continuare a fare quello che stai realizzando, quando senti che è quasi l'antitesi del tuo scopo su questo pianeta”.

 

LaBeouf ha però voluto spendere delle parole buone almeno per il regista e per uno dei produttori della saga: “Michael Bay e Steven Spielberg hanno fatto molto per me. Non getterò più del fango su di loro”. Ormai però forse è troppo tardi, caro Shia.