19 marzo 2018

Sherlock, Martin Freeman shock: girare la serie non è più divertente

L'interprete del dottor Watson gela i fan con una dichirazione non proprio incoraggiante per il futuro dello show

 

Mentre l'arrivo di una quinta stagione resta al momento soltanto un'ipotesi, visto che gli autori Mark Gatiss e Steven Moffat nei prossimi due anni saranno impegnati con il nuovo Dracula, sul fronte Sherlock arrivano adesso delle parole non proprio incoraggianti anche da parte di uno dei suoi protagonisti principali. Martin Freeman ha dichiarato che per lui non è più divertente girare la serie.

via GIPHY

Nel corso di una recente intervista con il britannico The Telegraph, l'attore attualmente nelle sale con Black Panther ha gelato tutti i numerosi spettatori della serie, noi compresi, con una dichiarazione piuttosto shockante.

 

Riguardo alla lavorazione di Sherlock, l'interprete del dottor Watson ha dichiarato: “A essere sinceri è stato davvero un percorso difficile. Sherlock è diventata subito una creazione particolare, mentre ad esempio la versione inglese di The Office è cresciuta lentamente. Sherlock è stata francamente di qualità altissima già dagli inizi. Quando inizi così in alto, è dura mantenere il livello. Le aspettative delle persone non hanno reso lo show divertente. Non è un qualcosa a cui lavorare con piacere, è più un 'è meglio che fate bene, se no siete delle merde'. Non è più divertente. Dopo quattro stagioni, una pausa è venuta naturale. Sentiamo di aver dato abbastanza per ora e secondo me parte di questa sensazione è stata come la serie è stata ricevuta dal pubblico”.

 

Cosa ne pensi di queste parole di Freeman? L'occasione per chiedergli chiarimenti di persona ci sarà presto, visto che l'attore britannico sarà in Italia ad aprile al Romics e al Lucca Film Festival, per incontrare il pubblico e per presentare il suo nuovo film horror Ghost Stories.

 

Guarda il trailer italiano di Ghost Stories, il film horror con Martin Freeman