31 maggio 2017

Robert Pattinson rivela: Stavano per cacciarmi da Twilight

Dopo essere stato applaudito al Festival di Cannes, l'attore britannico parla dei problemi sul set della pellicola vampiresca

 

È il film, o meglio la saga che ha lanciato la sua carriera cinematografica e l'ha fatto diventare un idolo per milioni di spettatori e soprattutto di spettatrici. Robert Pattinson ha però ora rivelato che stava per essere licenziato dalla produzione di Twilight.

La clamorosa e inattesa confessione è arrivata dallo stesso attore britannico, a ormai 9 anni dall'uscita del primo film della tanto amata quanto odiata serie vampiresca che ha recitato al fianco di Kristen Stewart e Taylor Lautner.

 

In un'intervista al New York Times, Pattinson ha dichiarato che, a causa del suo metodo di recitazione e al suo atteggiamento ribelle, ha avuto numerosi scontri nel corso delle riprese di Twilight. Delle discussioni che hanno persino costretto i suoi agenti ad arrivare sul set per evitare che venisse licenziato. Robert specifica che comunque: “Non ho dovuto pregare nessuno. Non credo d’averlo mai fatto”.

 

Scopri alcune curiosità su Robert Pattinson

 

Durante l'intervista, a proposito della saga di Twilight ha inoltre raccontato di come un lavoro così commerciale abbia in parte significato “svendersi”. Il 31enne non rimpiange però di avervi preso parte: “Recitare in Twilight è stato un lusso divertente, ho avuto fortuna a capitare con le persone che hanno lavorato al franchise”. […] Penso che una delle cose migliori di essermi un po’ svenduto per per il successo commerciale sia che, se hai fatto cinque film di una serie, devi accettare la responsabilità che comporta interpretare lo stesso personaggio”.

 

Adesso però Pattinson è sempre più lanciato nel cinema indie e autoriale. Un percorso che ha avuto inizio con la partecipazione a Cosmopolis di David Cronenberg. Riguardo a quell'esperienza ha dichiarato: “Era la prima volta che lavoravo a qualcosa di particolarmente complesso. Ho amato in modo particolare il fatto che sia uscito proprio all’apice della mia popolarità. È stato come un punto di svolta: ho realizzato che fosse quello che volevo fare”.

 

Ora un nuovo passo in avanti nella sua carriera. All'ultimo Festival di Cannes Robert è stato molto apprezzato per la sua interpretazione in Good Time dei fratelli Safdie. Una parte in cui sembra davvero convincente, come possiamo pregustare dal primo trailer del film.