07 giugno 2018

La rivincita delle bionde: Reese Witherspoon pronta per il terzo film

L'attrice premio Oscar per Quando l'amore brucia l'anima - Walk the Line tornerà nei panni di Elle Woods

 

Una delle bionde più svampite, e allo stesso tempo irresistibili e ricche di risorse di sempre sta per tornare sul grande schermo. Reese Witherspoon è pronta per indossare di nuovo i panni glamour e rigorosamente rosa di Elle Woods nel terzo capitolo de La rivincita delle bionde.

via GIPHY

La prima pellicola, La rivincita delle bionde di Robert Luketic, è uscita nel 2001 e ha ottenuto un successo clamoroso, soprattutto negli Stati Uniti, dove si è trasformata in un autentico fenomeno della pop culture. Il sequel Una bionda in carriera, diretto nel 2003 da Charles Herman-Wurmfeld, ha confermato i buoni incassi del precedente episodio, sebbene abbia avuto un'accoglienza critica inferiore.

 

Negli ultimi tempi la carriera di Reese Witherspoon si è rilanciata alla grande, grazie alla serie Big Little Lies e ai film Wild, 40 sono i nuovi 20 e Nelle pieghe del tempo, e ora l'attrice 42enne è vicina a interpretare ancora una volta uno dei suoi personaggi più celebri e iconici.

 

Secondo quanto riporta il sito cinematografico Deadline, le sceneggiatrici Kirsten “Kiwi” Smith e Karen McCullah, che già avevano curato l'adattamento del romanzo di Amanda Brown per la prima pellicola, sono state ingaggiate per scrivere il nuovo Legally Blonde 3. Al momento non è ancora stato trovato un regista e non si conosce molto della trama, si sa giusto che l'intenzione è quella di tornare allo spirito della pellicola originale, con l’intenzione di concentrarsi maggiormente sull’emancipazione della donna. Un tema oggi più che mai attuale.

 

Le indiscrezioni nelle ultime ore sono state confermate ufficialmente dalla diretta interessata. Reese Witherspoon, sempre molto attiva sul web, attraverso i suoi profili social ha fatto sapere: “È vero... # LegallyBlonde3”. Evviva! (Credit foto d'apertura: Getty Images)

It’s true... #LegallyBlonde3

Un post condiviso da Reese Witherspoon (@reesewitherspoon) in data: