02 agosto 2017

Richard Gere, una carriera in cinque ruoli

È tra gli attori di Hollywood da sempre più amati dalle donne, e anche se tutte le sue fan lo ricordano soprattutto per Pretty Woman, Richard Gere ha interpretato spesso, ma non solo, ruoli da bello del cinema. Ecco cinque suoi film memorabili.
di Alessandro “DocManhattan” Apreda
Grande classico del 1980 di Paul Schrader, è il film della consacrazione per un Gere poco più che trentenne. Qui è il gigolò Julian, che veste Armani e si trova sul collo un’accusa di omicidio. Celebre anche la colonna sonora di Giorgio Moroder, alla quale era affiancato il brano Call Me dei Blondie.
La curiosità: prima che a Richard Gere, la parte di Julian Kay venne offerta a John Travolta, per circa 2 milioni di dollari, e poi a Christopher Reeve, per metà di quell’importo. Con la terza scelta, Gere, la produzione se l’è cavata con 350mila dollari. Com’era quel detto sul risparmiare e fare bella figura?
Thriller del 1996 liberamente tratto dal romanzo Prima Fear di William Diehl, con uno strepitoso Edward Norton e Laura Linney. Gere è qui un brillante avvocato che deve difendere dall’accusa di omicidio un ragazzo, all’apparenza schiacciato da prove evidenti.
La curiosità: film di debutto per Edward Norton, che fa subito centro. La sua interpretazione del chierichetto accusato di omicidio gli valse una nomination all’Oscar e un Golden Globe.
Il primo cavaliere (1995) porta in scena il classico triangolo tra Artù, Ginevra e Lancillotto affidandolo a tre interpreti di lusso: Sean Connery, Julia Ormond e Richard Gere. Occhi accuoricinati tra le fan di quest’ultimo, ora pure nei panni del cavaliere romantico, non fossero bastati l’affarista in cerca d’amore di Pretty woman e il cadetto aspirante pilota di Ufficiale e gentiluomo.
La curiosità: il regista de Il primo cavaliere è Jerry Zucker, già regista di Ghost e prima ancora noto per le sue commedie ideate con il fratello David e con Jim Abrahams, come Una pallottola spuntata e L’aereo più pazzo del mondo.
Eddie, vecchio poliziotto di New York, pensa ogni mattina ai giorni che lo separano dalla pensione… e alla pistola che lo fissa da un comodino. Andrà tutto liscio? Poliziesco del 2009 di Antoine Fuqua, Brooklyn’s finest vede accanto a Gere anche Ethan Hawke e Wesley Snipes.
La curiosità: Snipes è il criminale del film, ma sulla produzione incombeva durante le riprese il rischio che l’attore venisse arrestato davvero, perché alle prese con una brutta storia di evasione fiscale…
E per la serie “può capitare anche ai belli”, in Unfaithful - L'amore infedele di Adrian Lyne (2002), Gere per una volta non porta via la donna a un altro ma subisce un tradimento. Sua moglie Connie (Diane Lane) si innamora di un bel giovanotto, interpretato da Olivier Martinez. Un giovane sex symbol anni 90 contro il campionissimo del genere?
La curiosità: il film è un remake di Stéphane, una moglie infedele, diretto da Claude Chabrol nel 1969.