22 agosto 2016

Relic Hunter, i motivi per non perderla su Paramount Channel

L'archeologa interpretata da Tia Carrere sbarca sul canale 27 del digitale terrestre

 

Un nuovo appuntamento fisso va ad arricchire la proposta di Paramount Channel. A partire da lunedì 29 agosto arriva sul canale 27 del digitale terrestre la serie Relic Hunter, con protagonista Tia Carrere nei panni di un'archeologa. Ecco alcuni motivi per cui non devi perderti le sue avventure tutti i giorni dal lunedì al venerdì alle ore 18:15 con due episodi al giorno.

Relic Hunter è una vera manna dal cielo per gli appassionati di serie avventurose e storiche. Molti episodi sono incentrati sulla ricerca di un ambito reperto storico, alla cui “caccia” vanno sia la protagonista Sydney Fox (Tia Carrere) insieme al suo del suo assistente ricercatore Nigel Bailey (Christien Anholt), che gli altri “relic hunters”, i cacciatori di reliquie.

Oltre alla sua forte componente storica, Relic Hunter propone un'azzeccata componente action, che rende più movimentate e avvincenti le vicende raccontate. Il tutto è inoltre accompagnato da una buona dose di humour, garantita dall'alchimia tra i due protagonisti, Sydney e Nigel, e dalla loro aiutante Claudia (Lindy Booth), sostituita poi nella terza e ultima stagione della serie da Karen Petrushky (Tanya Reichert).

La protagonista Sydney Fox è un'intraprendente archeologa che può essere vista come una specie di versione al femminile di Indiana Jones. Non solo. Il personaggio è anche liberamente ispirato a Lara Croft, l'eroina della serie di videogame Tomb Raider, portata sul grande schermo da Angelina Jolie e presto da Alicia Vikander nell'atteso reboot previsto in arrivo nel 2018.

Inutile girarci tanto intorno. Uno degli innegabili motivi del successo della serie sta nel fascino della protagonista Sydney Fox interpretata da Tia Carrere. L'attrice di origini filippine, native hawaiiane, cinesi e spagnole possiede una bellezza esotica davvero unica. Al cinema la sexy Tia si è segnalata in simpatiche commedie come Fusi di testa, Fusi di testa 2 – Waynestock e Pensieri spericolati, oltre che nell'action True Lies accanto ad Arnold Schwarzenegger, ma il suo ruolo più mitico e identificativo resta quello in Relic Hunter.

In due episodi di Relic Hunter compare John Schneider, attore noto soprattutto per le parti in altre due serie: Bo Duke in Hazzard e Jonathan Kent, il padre del giovane Superman in Smallville. In una puntata appare poi anche Hugh Dancy, futura star delle serie Hannibal e The Path. Tra le altre guest-star celebri vi sono inoltre l'attrice svedese Malin Akerman, oggi in Billions, e Katheryn Winnick, futura Lagertha in Vikings.

Se ti piace visitare differenti paesi e conoscere varie culture del mondo, ma senza lasciare il divano, Relic Hunter è la serie perfetta per te. Nel corso dei vari episodi Sydney e Nigel viaggiano infatti in giro per il globo e tra le nazioni toccate non manca anche l'Italia.