01 dicembre 2016

I personaggi cinematografici e telefilmici cult del 2016

Una galleria di personaggi di film e serie tv da amare (o da odiare) che hanno segnato l'ultima annata

 

Eroi e cattivoni. Papi e giovani agenti dell'FBI accusati di terrorismo. Nel corso degli ultimi mesi sono molti i personaggi sorprendenti del grande così come del piccolo schermo che sono riusciti a catturare la nostra attenzione. Ce ne sono una decina in particolare che è stato un vero piacere amare, o in alcuni casi odiare. Ecco i 10 personaggi cult del 2016 dei film e delle serie tv, quelli che difficilmente dimenticheremo tanto presto.

La Disney è maestra nel creare personaggi folgoranti e geniali. Non solo tra i protagonisti, ma spesso e volentieri anche nei ruoli minori. È il caso di Flash, il bradipo che in Zootropolis compare giusto una manciata di minuti, ma che gli bastano abbondantemente per renderlo uno dei fenomeni comici dell'intera annata.

Può un drammone strappalacrime come Io prima di te riuscire anche a far ridere parecchio? Certo che sì, almeno se la protagonista è una tipa goffa ed eccentrica come Louisa Clark, interpretata da una Emilia Clarke davvero brillante.

Uno dei cattivoni più perfidi e sanguinari di quest'anno, e non solo di quest'anno. Il brutale Negan è riuscito a ridare interesse agli ultimi episodi di The Walking Dead, in una maniera così shockante che è ancora impressa davanti ai nostri occhi.

Il più singolare tra i supereroi della Marvel finalmente è arrivato sul grande schermo e per interpretarlo non si poteva fare scelta migliore. Dopo aver vestito i panni di Sherlock Holmes e del matematico Alan Turing, Benedict Cumberbatch ci regala un altro personaggio e un'altra interpretazione veramente... super.

Terrorista o eroina? Pericolo per la società oppure salvatrice della patria? È su questo ambiguo confine che si muove la star indiana Priyanka Chopra nei panni di Alex Parrish, giovane, affascinante e combattiva recluta della base dell'FBI di Quantico accusata di essere la responsabile del peggior attentato sul suolo americano dai tempi dell'11 settembre.

Un supereroe così ironico, folle e sessualmente confuso non l'avevamo mai visto. A livello di trama Deadpool sarebbe anche un cinecomic piuttosto tradizionale. A renderlo imperdibile ed esilarante ci pensa però il suo mitico protagonista dalla battuta sempre pronta. Come un comico, ma con i superpoteri.

Il Papa che non ti aspetti. Pio XIII ha l'aspetto giovane e affascinante di Jude Law, eppure allo stesso tempo è anche il pontefice più misterioso e minaccioso che la Chiesa recente ricordi. Un po' perfido e un po' Santo, accanito fumatore e restio a farsi vedere in pubblico, solo uno come Paolo Sorrentino poteva regalarci un Papa del genere.

 

Il film di supereroi più sorprendente, originale e pure emozionante degli ultimi anni è tutto made in Italy, anzi made in Rome. Oltre al protagonista Enzo Ceccotti/Jeeg Robot (Claudio Santamaria) e al suo tenero rapporto con Alessia (l'attrice rivelazione Ilenia Pastorelli), a folgorare è il villain della pellicola: Lo Zingaro. Un Luca Marinelli ambiguo a livello sessuale e folle quanto e forse più del Joker. Dalle scene in cui si cimenta con il canto ai suoi scatti d'ira, ogni momento in cui compare è cult.

Scontroso e irascibile, pronto a fare feroce ironia contro tutto e tutti, ma dotato anche di un intuito geniale. Rocco Schiavone è la versione detective del Dr. House, solo ancora più incattivito e tormentato. Oltre che dipendente da sostanze non proprio legali...

Suicide Squad sarà anche un film pasticciato e non del tutto riuscito, ma resta una visione imperdibile soprattutto per un personaggio. Ancora più del Joker di Jared Leto, a rubare la scena a tutti gli altri cattivoni è lei, Harley Quinn. Una villain psicopatica e pericolosa, eppure dotata anche di una certa vena sentimentale e umoristica, interpretata da una bellissima Margot Robbie. Il Male non ha mai avuto così tanto fascino.