31 maggio 2018

Perfetti sconosciuti: ottimo esordio al box office cinese

La pellicola di Paolo Genovese alla conquista dell'Oriente

 

Tutti pazzi per Perfetti sconosciuti, persino in Cina. Dopo aver conquistato il pubblico nazionale nel 2016, quando ha portato a casa 16 milioni di euro ed è risultato il secondo maggiore incasso italiano dell'anno giusto dopo Quo vado? con Checco Zalone, la pellicola diretta da Paolo Genovese ha fatto un ottimo esordio anche sul difficile mercato cinese.

 

Lo scorso weekend il film italiano è stata distribuito in 4 mila copie sul suolo cinese, ha incassato un milione di dollari nel solo primo giorno di programmazione ed è riuscito a ottenere il quinto posto tra i film più visti. Un risultato davvero niente male, che è stato commentato con entusiasmo dal regista nostro connazionale: “È una meraviglia e anche una cosa assurda, una cosa mai accaduta a un film europeo, sono tutti entusiasti. Adesso è quinto nella classifica globale cinese, e davanti a blockbuster tipo Star Wars o Avengers”.

 

Genovese ha anche raccontato di come sia stato subito avvisato del successo del film in Cina: “Io ho la app di messaggistica WeChat, che però uso solo in Cina, loro non hanno Whatsapp. Una notte improvvisamente s'è messa a suonare, mi sono arrivati un sacco di messaggi in cinese, mi sono messo anche un po' paura... Loro dicono che si tratta, sì, di un film europeo ma parla la loro stessa lingua, quella dei segreti, del non detto, e lo fa attraverso il cellulare che è un device fondamentale nel mondo, ma in Cina in particolare, in questo momento: in un paese storicamente chiuso, in cui comunicare è sempre stato complicato, il telefonino è un simbolo di progresso, modernità, emancipazione, anche se con i limiti che conosciamo legati ai social e alle restrizioni web. L'aspetto curioso è che per la prima volta la pirateria ha aiutato un film invece di ammazzarlo. Perfetti sconosciuti è stato il più piratato in Cina lo scorso anno, milioni di download. È diventato un film di culto”.

 

Congratulazioni e speriamo che il successo della pellicola prosegue anche nei prossimi giorni e magari anche in altre nazioni. (Credit foto d’apertura: Getty Images)

via GIPHY