11 maggio 2017

Pamela Anderson conferma la love story con Julian Assange

L'ex star di Baywatch parla del suo rapporto con il co-fondatore di WikiLeaks

 

La loro è una delle coppie più discusse, e diciamo anche inaspettate, degli ultimi tempi. La storia d'amore tra Pamela Anderson e Julian Assange non aveva però ancora avuto conferme ufficiali da parte dei diretti interessati. Almeno fino ad ora.

 

A parlare della loro vociferata relazione è adesso l'ex star di Baywatch. In attesa di tornare per un breve cameo nella versione cinematografica della celebre serie tv anni '90, in uscita nei cinema italiani il prossimo 1 giugno, Pamela Anderson è al centro del gossip.

 

Per la prima volta, l'attrice ha discusso pubblicamente della sua storia con il controverso giornalista e attivista Julian Assange. Il co-fondatore di WikiLeaks attualmente vive nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, in modo da evitare l'estradizione negli Stati Uniti, dove rischia un processo per spionaggio. La sua vicenda è stata raccontata nella pellicola Il quinto potere, in cui a interpretare la sua parte c'è Benedict Cumberbatch.

In un'intervista rilasciata a Vanity Fair, la Anderson ha raccontato come si sono conosciuti, grazie a una nota stilista nelle vesti di Cupido: “Ci ha messi in contatto Vivienne Westwood, che ha visto nelle nostre convinzioni molti punti in comune” e ha poi confermato la loro vicinanza: “Quella per i diritti dell’uomo è una guerra romantica che voglio combattere con Julian”.

 

Pamela ha inoltre parlato delle accuse da parte di due donne di aver avuto rapporti non protetti con Assange: “Sono certa che Julian non abbia mai usato la violenza della quale è accusato. Non ci sono prove, a parte un preservativo rotto. È una montatura per estradarlo verso gli Stati Uniti, che vogliono distruggerlo”.

 

Julian e Pamela insieme: chi l'avrebbe detto? Eppure la loro relazione potrebbe continuare, magari sul suolo francese, come si augura la Anderson: “Adoro Julian, è un grande uomo. Sarebbe un sogno se si potesse riunire con la sua giovane famiglia in Francia. [...] Julian ha bisogno di protezione e la Francia potrebbe garantirgliela”.