07 giugno 2017

Nastri d'argento 2017: Fortunata, Indivisibili e La tenerezza guidano le nomination

Sette candidature a testa per i film di Sergio Castellitto, Edoardo De Angelis e Gianni Amelio

 

Si preannuncia una lotta a tre ai Nastri d'argento 2017. I prestigiosi riconoscimenti assegnati al nostro cinema dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani ha comunicato le nomination dell'edizione dei premi di quest'anno, che saranno consegnati a Taormina il prossimo 1 luglio.

 

A guidare le candidature sono tre pellicole, che hanno ottenuto 7 menzioni ciascuna: Fortunata di Sergio Castellitto, già premiato nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2017 per l'interpretazione della protagonista Jasmine Trinca, Indivisibili, il film “neomelodico” di Edoardo De Angelis con le sorelle gemelle Angela e Marianna Fontana, e La tenerezza, l'ultimo lavoro di Gianni Amelio con Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno e Micaela Ramazzotti da poco approdato nelle sale.

 

A seguire, con 6 candidature, ci sono Fai bei sogni di Marco Bellocchio e Fiore di Claudio Giovannesi, entrambi interpretati da Valerio Mastandrea, mentre con 5 candidature c’è Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni.

 

Già aggiudicati il Nastro d’Argento Europeo 2017 a Monica Bellucci e il Nastro dell'anno 2017, per la prima volta assegnato a una serie tv: The Young Pope di Paolo Sorrentino.

 

Per scoprire tutti gli altri vincitori ci sarà invece da attendere fino all'1 luglio. Nel frattempo, qui di seguito puoi dare una sbirciata alle nomination delle varie categorie. Tra le sorprese e le rivelazioni, segnaliamo le due candidature a Omicidio all'italiana di Maccio Capatonda e la presenza di Andrea De Sica, nipote del grande Vittorio, nella cinquina dei registi esordienti.

 

MIGLIOR FILM

La tenerezza di Gianni Amelio

Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni

Fortunata di Sergio Castellitto

Indivisibili di Edoardo DE Angelis

Fiore di Claudio Genovese

 

MIGLIOR REGIA

Gianni Amelio per La tenerezza

Marco Bellocchio per Fai bei sogni

Edoardo De Angelis per Indivisibili

Ferzan Ozpetek per Rosso Istanbul

Antonio Piazza e Fabio Grassadonia per Sicilian Ghost Story

 

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE

Vincenzo Alfieri per I peggiori

Marco Danieli per La ragazza del mondo

Roberto De Paolis per Cuori puri

Andrea De Sica per I figli della notte

Fabio Guaglione e Fabio Resinaro per Mine

 

MIGLIOR COMMEDIA

L’ora legale di Salvo Ficarra e Valentino Picone

Lasciati andare di Francesco Amato

Moglie e marito di Simone Godano

Omicidio all’italiana di Maccio Capotonda

Orecchie di Alessandro Aronadio

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA

Tutto quello che vuoi

La stoffa dei sogni

Fiore

Piccoli crimini coniugali

Fortunata

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Renato Carpentieri per La tenerezza

Alessandro Gassman e Marco Giallini per Beata ignoranza

Luca Marinelli per Il padre d’Italia

Michele Riondino per La ragazza del mondo

Toni Servillo per Lasciati andare

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Giovanna Mezzogiorno e Micaela Ramazzotti per La tenerezza

Isabella Ragonese per Sole cuore amore e Il padre d’Italia

Greta Scarano per La verità sta in cielo e Smetto quando voglio 2

Sara Serraiocco per La ragazza del mondo e Non è un paese per giovani

Jasmine Trinca per Fortunata

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Claudio Amendola e Luca Argentero per Il permesso 48 ore fuori

Alessandro Borghi per Fortunata e Il più grande sogno

Ennio Fantastichini per Caffè e La stoffa dei sogni

Valerio Mastandrea per Fiore

Edoardo Pesce per Cuori puri e Fortunata

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Barbora Bobulova per Cuori puri e Lasciami per sempre

Margherita Buy per Come diventare grandi nonostante i genitori e Questi giorni

Sabrina Ferilli per Omicidio all’italiana

Anna Ferruzzo per Il padre d’Italia

Carla Signoris per Lasciati andare

 

MIGLIORI COSTUMI

Fai bei sogni

Indivisibili

La stoffa dei sogni

Smetto quando voglio 2

In guerra per amore

 

CINQUINA SPECIALE NASTRO D’ARGENTO PER I FILM SUI GIOVANI

L’estate addosso di Gabriele Muccino

Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi

Piuma di Roan Johnson

Slam. Tutto per una ragazza di Andrea Molaioli

The Startup di Alessandro D’Alatri