27 settembre 2016

Naomi Watts, i suoi film da non perdere

Le pellicole più belle dell'attrice lanciata da David Lynch

 

C'è una bionda australiana di cui i registi di Hollywood, così come noi spettatori, non possiamo ormai più fare a meno. Non stiamo parlando di Nicole Kidman in questo caso, bensì di Naomi Watts.

 

L'attrice naturalizzata australiana è nata nella cittadina inglese di Shoreham il 28 settembre 1968. Tra horror, thriller e numerosi lavori girati con grandissimi registi, ecco 7 film che la vedono nel cast da guardare e riguardare.

Tutti pazzi per Naomi Watts. Difficile resistere al suo tanto particolare quanto irresistibile fascino. Non ce l'ha fatta nemmeno King Kong, che se la porta in cima all'Empire State Building nella versione 2005 della sua avventura diretta dal regista della saga del Signore degli Anelli Peter Jackson.

Una storia ambientata negli ambienti della mafia russa diretta da David Cronenberg con protagonista uno strepitoso Viggo Mortensen. Una vicenda in apparenza fredda, resa più emozionante soprattutto grazie al personaggio di Naomi Watts.

La prima collaborazione dell'attrice con il regista messicano Alejandro González Iñárritu è subito vincente. Naomi Watts offre in questo intricato ma bellissimo film una delle sue interpretazioni più sofferte. E più efficaci.

Il lavoro che l'ha fatta conoscere al grande pubblico. Remake a stelle e strisce di un cult giapponese, The Ring è uno degli horror più genuinamente terrorizzanti degli ultimi anni. Nonché uno dei più imitati. Un viaggio nell'incubo reso più piacevole proprio dalla presenza della Watts.

In attesa di vederla prossimamente in The Bleeder, film girato insieme al suo ormai ex compagno Liev Schreiber presentato fuori concorso all'ultimo Festival di Venezia, l'ultima perla con la neo 48enne è appena approdata nei cinema italiani. Demolition è una pellicola che affronta in maniera molto originale il tema del lutto. Un argomento ostico, illuminato però dalle grandiose performance attoriali di Jake Gyllenhaal e Naomi Watts.

Autentico saggio di talento registico da parte di Alejandro González Iñárritu, Birdman riesce a voltare in alto, in altissimo grazie anche alle prove degli attori del cast: Michael Keaton, Emma Stone ed Edward Norton, tutti giustamente nominati agli Oscar, ma pure Naomi Watts, che l'Academy invece si è ingiustamente dimenticata.

Tra i tanti meriti che dobbiamo riconoscere al grande David Lynch c'è anche quello di aver scoperto Naomi Watts. È lui che nel 2001 ha tirato fuori dal cilindro questa bionda all'epoca sconosciuta e le ha dato la parte di protagonista nel suo acclamato, visionario, contorto, inquietante e geniale capolavoro Mulholland Drive. Lei si è fatta trovare pronta, offrendo un'interpretazione davvero folgorante.