04 dicembre 2017

Margot Robbie attacca la DC e parla del film su Harley Quinn

L'attrice australiana ha lanciato una frecciatina alla DC Comics e ha anche confermato lo spin-off sul suo personaggio

 

Nell'ultimo periodo è stata impegnata più che altro nella promozione di I, Tonya, il biopic sulla controversa pattinatrice su ghiaccio Tonya Harding che potrebbe portarla a un'ambita nomination agli Oscar. Margot Robbie non ha però dimenticato il suo ruolo più celebre, almeno presso il grande pubblico.

 

L'attrice australiana è tornata a parlare di Harley Quinn e dello spin-off dedicato al personaggio, che aveva fatto la sua prima apparizione sul grande schermo nel successo Suicide Squad. Oltre al già annunciato progetto di Suicide Squad 2, previsto in arrivo nel 2019 e che vedrà alla regia Gavin O'Connor al posto di David Ayer, Margot nel corso di un'intervista a MTV ha confermato la preparazione di una pellicola tutta incentrata su Harley: “È difficile parlarne perché tutte queste cose sono tenute sottochiave. Ma sto lavorando su uno spin-off a parte su Harley Quinn”.

Un film solamente su Harley Quinn, che non sarebbe quindi né il vociferato film sul gruppo di supercattive Gotham City Sirens, né il lavoro in coppia con l'amato Joker, bensì un progetto a parte la cui lavorazione sarebbe cominciata già da un paio d'anni.

 

Intanto però l'affascinante star di The Wolf of Wall Street ha lanciato anche una frecciatina al DC Extended Universe di cui pure la sua Harley fa parte. Parlando della produzione del suo nuovo film I, Tonya diretto da Craig Gillespie, la Robbie in un'intervista con Metro Usa ha dichiarato: “La cosa più importante da fare quando si è produttori di un film è sostenere il tuo regista. Non si può prendere un regista e poi mettere in dubbio ogni cosa che fa. Certo, ci sono volte in cui serve creare un dibattito, anzi, bisogna usare ogni mezzo per ottenere il meglio. Ma secondo me un buon produttore deve avere fiducia e il suo lavoro è quello di permettere al regista di portare sullo schermo la sua visione. Deve fare tutto ciò che è in suo potere per renderlo possibile. Penso sia una cosa bellissima. Anche nell'universo DC, una volta che scegli un regista, dovresti spalleggiarlo e renderlo possibile. Ecco cosa dovrebbe fare un bravo produttore”.