26 maggio 2017

Manchester, Tom Hardy organizza una raccolta fondi per le vittime

È un successo l'iniziativa benefica organizzata dall'attore di Mad Max: Fury Road

 

L'attentato alla Manchester Arena al termine di un concerto della popstar Ariana Grande ha ributtato l'Europa e il mondo intero nel mezzo dell'incubo del terrorismo internazionale. La tragedia ha però provocato anche delle reazioni e delle iniziative molto belle e ammirevoli. Come quella di Tom Hardy.

 

Guarda la foto gallery di Tom Hardy

 

Scopri 5 film con Tom Hardy da non perdere

 

L'attore britannico di recente è stato ingaggiato come interprete di Venom, uno dei più noti nemici di Spider-Man, in una pellicola “solista” a lui tutta dedicata. Nella realtà però Hardy ha un cuore d'oro. Dopo aver fatto l'eroe tra le strade di Londra negli scorsi giorni, quando ha fermato un ladro, ora sta organizzando una raccolta fondi destinati alla British Red Cross Society in favore delle vittime della strage di Manchester.

 

Sulla pagina del sito JustGiving in cui è possibile effettuare le donazioni, Tom Hardy scrive: “Spero che potremo raccogliere dei fondi come gesto di buona volontà e amore, al fine di aiutare a riparare, nel nostro piccolo, una minima parte dei danni causati dagli eventi della scorsa notte. Ci sarà molto da fare, per molti sarà l’inizio di una nuova vita senza coloro che amano, una nuova vita irrevocabilmente danneggiata dalle azioni di un crimine che non ha alcuna ragione, nessuno scopo sincero, ma che è soltanto un atto di violenza crudele, codardo, barbaro e insensato. La strada per la guarigione è inimmaginabile”.

 

L'obiettivo iniziale dell'attore era il raggiungimento di 30 mila sterline ma, nel momento in cui scriviamo, siamo già arrivati a quasi il doppio. Bene così!

 

Nel frattempo, Ariana Grande si è offerta di pagare personalmente i funerali delle vittime dell'attentato, mentre il mondo si sta commuovendo per il toccante canto di Don't Look Back in Anger degli Oasis, intonato ieri in coro dai cittadini di Manchester dopo il minuto di silenzio per le vittime.