28 gennaio 2017

Addio a John Hurt, l'attore di Elephant Man, Harry Potter e Alien

Il grande interprete cinematografico e teatrale se n'è andato a 77 anni

 

Ci ha lasciati uno dei più grandi attori britannici, e del mondo. John Hurt si è spento all'età di 77 anni, dopo una lunga battaglia contro un tumore al pancreas e dopo una splendida carriera che si è divisa tra teatro, con una lunga serie di notevoli interpretazioni soprattutto in opere shakespeariane, e cinema.

 

Il suo ruolo probabilmente più memorabile è stato quello di Joseph Merrick, il deforme protagonista di The Elephant Man, uno dei capolavori di David Lynch. Una parte che gli ha fatto ottenere la seconda nomination agli Oscar, dopo quella in Fuga di mezzanotte, peccato che entrambe le volte non sia riuscito a portare a casa la statuetta dorata.

 

Un'altra delle sue parti più note è stata quella di Kane in Alien di Ridley Scott, ruolo che tra l'altro riprenderà poi con un'ironica chiave parodistica in Balle spaziali di Mel Brooks. John Hurt ha inoltre frequentato il cinema “distopico” con due parti molto significative: quella del protagonista del film tratto da 1984 di George Orwell nella pellicola omonima uscita proprio nel 1984, e quella del perfido cancelliere Adam Sutler nel cult V per Vendetta. Le generazioni più giovani lo conoscono però soprattutto come il costruttore di bacchette magiche Garrick Ollivander nella saga di Harry Potter.

Rivederlo al cinema sarà comunque ancora possibile, visto che aveva già completato le riprese di alcune pellicole, come That Good Night, e inoltre è presente in Jackie, il film di Pablo Larraín in arrivo nelle sale italiane dal prossimo 23 febbraio.