02 dicembre 2016

Le frasi mitiche dei film del grande Jeff Bridges

Le citazioni cult dei personaggi interpretati dall'attore premio Oscar, da Il grande Lebowski a Tron: Legacy

 

Pronto per ballare e festeggiare? Domenica 4 dicembre è il compleanno di un grande del cinema: Jeff Bridges.

L'attore vincitore del premio Oscar per la sua intensa interpretazione in Crazy Heart spegne quest'anno 67 candeline e nel corso della sua brillante carriera ci ha regalato numerosi personaggi favolosi. Sono inoltre diverse le frasi cult che ha pronunciato sul grande schermo. In occasione del suo compleanno andiamo allora a rileggerne qualcuna. A partire, naturalmente, dalle parole del mitico Drugo de Il grande Lebowski.

 

Guarda il Close Up di Paramount Channel dedicato a Jeff Bridges

Sai, questo... questo è un caso molto, molto complicato, Maude. Un sacco di input e di output. Sai, fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente, diciamo, flessibile.” (Jeffrey “Drugo” Lebowski)

 

Attento perché il messaggio subliminale è fottiti, lasciami in pace e vaffanculo!” (Jeffrey “Drugo” Lebowski)

 

Mia moglie? Ma scusa, vedi una fede al dito? E questa ti sembra la casa di un uomo sposato? La tavoletta è alzata... non vedi?” (Jeffrey “Drugo” Lebowski)

- Jean: “In realtà come ti chiami?

- Bad: “Sulla mia tomba scriveranno il mio vero nome, ma fino ad allora resterò Bad Blake...

- Jean: “Cos'è che ispira le tue canzoni?

- Bad: “La vita purtroppo...

(Jean Craddock/Maggie Gyllenhaal e Bad Blake/Jeff Bridges)

 

È bello essere qui con voi stasera... A dire il vero alla mia età è bello essere ovunque.” (Bad Blake/Jeff Bridges)

Pensare è molto importante. Ci distingue dalle lenticchie e da quelli che leggono libri come La canzone dell'amore.” (Jack Lucas)

 

Sono un debole, ho la forza di volontà di un sorcio davanti al formaggio.” (Jack Lucas)

- Larry Hooper: “Il tenente colonnello... ha utilizzato i fondi neri del progetto per procurare prostitute...

- Bill Django: “È una menzogna!

- Larry Hooper: “E per compare della droga per se stesso e per i suoi uomini.

- Bill Django: “...beh, la storia delle zoccole è senz'altro una menzogna!

(Larry Hooper/Kevin Spacey e Bill Django/Jeff Bridges)

È sorprendente come può essere produttivo, a volte, non fare nulla!” (Kevin Flynn)