02 novembre 2017

Jared Leto: salta il biopic su Hugh Hefner diretto da Brett Ratner

Dopo le accuse di molestie sessuali nei confronti del regista, si ferma il progetto sul film dedicato al creatore di Playboy

 

Non solo Harvey Weinstein, Kevin Spacey, Dustin Hoffman e James Toback. Uno dei protagonisti in negativo dello scandalo sulle molestie sessuali che sta coinvolgendo sempre più nomi a Hollywood e non solo, si veda pure il Parlamento inglese, è anche Brett Ratner.

 

Il regista di Rush Hour, Red Dragon ed Hercules: il guerriero avrebbe dovuto dirigere l'annunciato, e già parecchio atteso, biopic dedicato alla figura di Hugh Hefner, il creatore della rivista Playboy scomparso di recente.

 

Secondo le indiscrezioni circolate nelle scorse settimane, la pellicola avrebbe dovuto vedere come protagonista Jared Leto. Il leader dei Thirty Seconds to Mars, premiato con l'Oscar per la sua incredibile performance in Dallas Buyers Club, sembrava già pronto a una nuova trasformazione fisica per diventare il celebre editore, e invece niente da fare.

 

Guarda la foto gallery con i look più stravaganti e originali di Jared Leto

 

Ratner negli ultimi giorni è stato accusato di molestie da sei donne, tra le quali anche l'attrice Olivia Munn, ed è ora stato “scaricato” dalla Playboy Enterprises, che ha fatto sapere: “Siamo molto infastiditi dalle accuse contro Brett Ratner. Troviamo questo tipo di comportamenti inaccettabile, e abbiamo deciso di mettere in sospeso tutti i progetti futuri che avevamo con RatPac Entertainment finché non verrà chiarita la situazione”.

 

I portavoce di Leto hanno invece dichiarato al sito Deadline che il loro cliente: “Non ha mai avuto intenzione di accettare quel ruolo, i reportage di qualche tempo fa erano inesatti e nessuno ne aveva confermato la veridicità”.

 

Niente da fare quindi per il film su Hugh Hefner. Almeno, non con Ratner dietro la macchina da presa e Leto come protagonista.