12 aprile 2017

It: Stephen King replica alla polemica dei clown

Il re dell'horror ha risposto su Twitter ai clown preoccupati per l'uscita della pellicola

 

Continua a far parlare di sé It, la versione cinematografica del best-seller di Stephen King. Il primo trailer della pellicola ha subito scatenato un interesse enorme, superando ogni record di visualizzazione su YouTube nelle sue prime 24 ore in rete.

 

Guarda il primo trailer di It

 

L'inquietante Pennywise, questa volta interpretato dal giovane attore svedese Bill Skarsgård, ha però fatto anche nascere una polemica. Alcuni clown statunitensi si sono lamentati, preoccupati che il film possa mettere a rischio il loro lavoro.

 

Guilford Adams alias il clown “Gilly” in proposito ha ad esempio dichiarato: "Farà del male a noi clown. È una professione che va scomparando e le persone che la esercitano e cercano di guadagnarsi il pane a questo modo devono fare i conti che non è più né fico né di moda essere un clown. E l'ultimo colpo lo sta dando questo film, che allontanerà i giovani da una forma d'arte dolce e carina che non ha nulla a che vedere con fenomeni come le Kardashian e Minecraft”.

 

Mentre il collega Nick Kane alias Mr. Nick ha affermato: “It ci sta rovinando il mercato. Ci siamo appena ripresi dall'ondata di meme sui clown spaventosi dello scorso ottobre, e proprio quando le cose si stavano sistemando, ecco il trailer del film”.

 

Ora è arrivata la replica a questa polemica direttamente dall'autore del celebre romanzo. Stephen King su Twitter ha scritto: “I clown sono incazzati con me. Mi dispiace, molti di loro sono fantastici. Ma... i bambini hanno sempre avuto paura dei clown. Ambasciator non porta pena”.

Come dare torto al re dell'horror?