13 aprile 2016

Il Padrino, perché nel 2016 è ancora una visione che non si può rifiutare

I motivi per cui la trilogia di Francis Ford Coppola resta imperdibile.

Il Padrino è una pellicola datata 1972, eppure si fa davvero fatica a pensare che abbia sul groppone già 44 anni. Il capolavoro diretto da Francis Ford Coppola, ma anche i suoi due seguiti del 1974 e del 1990 sono estremamente attuali. Potere del grande cinema.

Ecco allora alcuni motivi per cui anche oggi, nel 2016, vale sempre la pena di guardare e riguardare la saga de Il Padrino. L'occasione tra l'altro ve la offre Paramount Channel (canale 27 del digitale terrestre): giovedì 21 aprile alle 21:10 va in onda il primo storico capitolo della saga dei Corleone, venerdì 22 aprile alle 21:10 c'è Il Padrino – Parte II, sabato 23 aprile sempre alle 21:10 Il Padrino – Parte III e poi domenica 24 aprile a partire dalle ore 19:00 arriva la super maratona con tutti e tre gli episodi uno dopo l'altro.

Non mancheranno le repliche: lunedì 2 maggio alle 23 andrà in onda Il Padrino, lunedì 9 Il Padrino-parte II, lunedì 16 Il Padrino-parte III.

Ha cambiato il modo di parlare dei “cattivi”

Il Padrino è uno di quei rari film a vantare il titolo di spartiacque nella storia del cinema: c'è stato un prima e c'è stato un dopo. Dopo Il Padrino il mondo dei film, ma come vedremo anche quello delle serie tv, non è più stato lo stesso. In particolare per il modo di raccontare i villain. La visione della famiglia dei Corleone, per quanto secondo alcune voci critiche abbia regalato persino troppa umanità a dei personaggi mafiosi, ha rappresentato una maniera nuova, più complessa e sfaccettata, di parlare dei “cattivoni”.

È un'influenza fondamentale per le serie tv

Oltre ad aver cambiato il mondo del cinema, Il Padrino è stato, ed è tutt'ora, uno dei lavori che più ispirano gli sceneggiatori di molte tra le serie più amate e popolari del piccolo schermo. Innanzitutto non si può non citare I Soprano che, pur con tutte le differenze del caso e per quanto siano più vicini a un approccio “scorsesiano” al tema, nascono un po' come ideali eredi televisivi dei Corleone. C'è però molto della trilogia di Coppola anche nell'italiana Gomorra incentrata sul clan dei Savastano, e si possono trovare sue tracce persino nella complessa rappresentazione del potere proposta in una serie di genere fantasy come Il Trono di Spade – Game of Thrones.

La lotta alla mafia continua

Si potrebbe pensare che nel 2016 la mafia sia ormai un argomento superato. Purtroppo non lo è per niente. I recenti funerali in stile Padrino di Vittorio Casamonica, con tanto dell'inconfondibile tema musicale composto da Nino Rota suonato durante la cerimonia, o l'inchino alla bara di un boss nel catanese testimoniano come i clan mafiosi siano ancora radicati sul nostro territorio.

Sono tra i film più apprezzati su IMDb

La Top 250 dei film con i voti più alti su IMDb, il sito di cinema più celebre e visitato del mondo, rappresenta uno dei parametri più autorevoli nel settore. Il Padrino e Il Padrino – Parte II occupano rispettivamente il secondo e il terzo posto, con una media voto del 9.2 e del 9.0, in questa classifica delle pellicole più apprezzate di tutti i tempi dai numerosi utenti del sito. Davanti a loro c'è soltanto Le ali della libertà.

Resta sempre una grande lezione di recitazione

La trilogia de Il Padrino è un'occasione da non perdere per vedere tre dei più grandi attori di sempre in azione, e pure al loro meglio. Oltre a un grande, grandissimo Marlon Brando, protagonista del primo episodio nelle vesti di Don Vito Corleone, ne Il Padrino – Parte II c'è anche Robert De Niro, negli ultimi tempi riciclatosi in commedie non sempre all'altezza della sua fama e che invece nei panni di Vito Corleone offre una delle sue interpretazioni migliori. In tutti e tre i capitoli della serie vediamo poi all'opera un immenso Al Pacino alias Michael Corleone. Volete davvero rifiutare una saga con tre interpreti di questo calibro?

Le vicende criminali non invecchiano mai

Ci sono generi cinematografici che tendono a invecchiare con maggiore facilità. Le pellicole di fantascienza ad esempio con l'evolversi degli effetti speciali rischiano di diventare obsolete più in fretta. Le storie di gangster e i grandi intrighi famigliari, come quelli proposti alla perfezione dalla saga de Il Padrino, invece non invecchiano davvero mai.