08 febbraio 2016

I migliori film del 2015

L'ultima annata cinematografica ci ha regalato un sacco di pellicole di ottimo livello, adatte a tutti i tipi di pubblico e a ogni palato. Per riassumere al meglio il 2015 in sala, ecco una selezione di film che spaziano dai blockbuster di qualità come il nuovo fortunato capitolo della saga di Star Wars e l'acclamato Mad Max: Fury Road, fino a pellicole più di nicchia, ma ugualmente interessanti, come l'italiano Non essere cattivo e il documentario sulla compianta Amy Winehouse.
Quali sono le pellicole dello scorso anno da guardare subito, se ancora non l'avete fatto? Ecco i nostri consigli per recuperare in un colpo solo tutto il meglio dello scorso anno.
In attesa di scoprire se il regista messicano Alejandro González Iñárritu quest'anno riuscirà a bissare agli Oscar 2016, non c'è occasione migliore per vedere, o rivedere, il suo film precedente, Birdman, il trionfatore del 2015. Un unico piano sequenza che ci fa entrare dentro la vita di un attore famoso per aver interpretato un supereroe nella cui parte troviamo, non a caso, Michael Keaton.
Più che un film, un viaggio. Mad Max: Fury Road non potrà vantare una sceneggiatura molto elaborata, ma in compenso riesce a essere la pellicola d'azione definitiva. Provate a guardarlo senza finire la visione esaltati, se ci riuscite.
Il campione d'incassi mondiale dell'ultima annata non ha deluso le attese. Con un giusto mix tra nostalgia per i primi tre mitici episodi della trilogia originale e uno sguardo al futuro con l'inserimento di alcuni nuovi azzeccati personaggi, su tutti Rey (Daisy Ridley), Star Wars: Il risveglio della Forza è la pellicola ideale per riunire davanti allo schermo vecchi e nuovi fan della saga.
Preferite un tipo di fantascienza meno giocato su azione ed effetti speciali rispetto a Mad Max e Star Wars? Ecco il titolo che fa al caso vostro: Ex Machina. Una sci-fi più psicologica, ma non meno coinvolgente, con Alicia Vikander nei panni del robot più affascinante in cui vi potrete mai imbattere.
La Pixar è riuscita a confezionare un nuovo piccolo grande capolavoro. Dall'inizio alla fine, Inside Out riesce a divertire e a emozionare. Forse persino più il pubblico degli adulti che quello dei bambini.
Immaginate Full Metal Jacket ambientato nel campo della musica jazz e avrete una vaga idea di quanto vi possa aspettare guardando questo film. La storia di un maestro e di un allievo e del loro rapporto tutt'altro che rose e fiori, ma che anzi non ha nulla da invidiare a una pellicola di guerra.
La pellicola scelta dall'Italia per rappresentare il nostro paese agli Oscar, benché alla fine non sia stata selezionata dall'Academy, merita assolutamente di essere vista. Non essere cattivo è un gioiellino di cinema neorealista ambientato nella Ostia degli anni '90 firmato da uno dei nostri registi più sottovalutati, il compianto Claudio Caligari.
Dopo il film premio Oscar La grande bellezza, Paolo Sorrentino ha girato un'opera di minore impatto mediatico, ma di non minore bellezza. Per una serata all'insegna del cinema d'autore, perché non puntare allora proprio su uno dei nostri autori più celebrati?
Il cinema italiano nel corso dell'ultima annata ci ha regalato parecchie soddisfazioni. Oltre a Mia madre di Nanni Moretti, rimasto fuori per un soffio da questa selezione ma anch'esso meritevole, tra le cose migliori sfornate di recente dai nostri registi merita una menzione Suburra di Stefano Sollima. Una pellicola che riesce a raccontare con grande efficacia il rapporto tra politica e criminalità.
Il documentario sulla tragica e breve vita della cantante Amy Winehouse è un colpo al cuore per tutti i suoi fan. La visione è però consigliata anche a chi la conosce poco, per scoprire l'anima fragile che si celava dietro alle canzoni di successo e alle foto pubblicate sulle riviste di gossip.