26 aprile 2017

Heath Ledger, parla la sorella: non era depresso per il Joker

Kate Ledger nega ogni responsabilità della morte del fratello a causa del ruolo da Oscar ne Il cavaliere oscuro

 

È stata una delle morti più strazianti e anche misteriose degli ultimi anni in ambito cinematografico. La scomparsa di Heath Ledger all'indomani della fine delle riprese de Il cavaliere oscuro ha lasciato un vuoto enorme nel mondo dello spettacolo e ha lasciato anche vari punti di domanda.

 

A cercare di fare maggior chiarezza sul suo decesso è ora la sorella dell'attore. Intervistata da Entertainment Weekly in occasione della promozione del documentario biografico I Am Heath Ledger, Kate Ledger ha negato che la parte del Joker interpretata nel film di Christopher Nolan possa aver giocato un ruolo nella sua morte o abbia avuto un impatto sulla sua salute mentale, come ipotizzato da molti.

 

Guarda il trailer del documentario I Am Heath Ledger

 

Scopri 5 interpretazioni di Heath Ledger memorabili

 

A quasi 10 anni dalla scomparsa del fratello, avvenuta a New York il 22 gennaio del 2008, Kate Ledger ha dichiarato: “Tutti davano la colpa alla preparazione di Joker e noi eravamo molto confusi. Non era depresso a causa del Joker, anzi, era il contrario. Lui aveva un incredibile senso dell'umorismo, anche se certamente erano solo i familiari e gli amici più stretti a conoscere questo lato del suo carattere, ma si stava divertendo a girarlo”.

 

L'ipotesi dei familiari del grande attore è quindi quella che non si sia trattato di un suicidio o di una morte legata all'immedesimazione nel ruolo del Joker, ma soltanto di un terribile e drammatico incidente.