21 giugno 2017

Han Solo: licenziati i registi dello spin-off di Star Wars

Phil Lord con Chris Miller e la Lucasfilm prendono due strade differenti per divergenze creative, ora via al toto-nomi per sostituirli

 

Clamoroso colpo di scena nella galassia di Star Wars. Non quanto il finale de L'Impero colpisce ancora, ma quasi. Lucasfilm ha licenziato Phil Lord e Chris Miller, i registi – anzi, ormai gli ex registi – del film incentrato su Han Solo, il secondo spin-off della saga fantascientifica dopo il fortunato Rogue One: A Star Wars Story di Gareth Edwards.

Qual è il motivo? Ci sarebbero delle divergenze creative sulla realizzazione dell'attesa pellicola che vedrà Alden Ehrenreich vestire i panni del giovane Han Solo e raccogliere così la pesante eredità di Harrison Ford.

 

Scopri qualcosa in più su Alden Ehrenreich, il nuovo Han Solo

 

Phil Lord e Chris Miller, saliti alla ribalta grazie ai successi di Piovono polpette, 21 Jump Street, 22 Jump Street e The LEGO Movie, hanno fatto sapere: “Sfortunatamente, la nostra visione e il nostro processo creativo non erano in linea con i nostri partner su questo progetto. Normalmente non siamo fan della frase ‘divergenze creative’, ma per una volta il cliché è vero. Siamo molto fieri del nostro incredibile cast e della nostra troupe”.

 

Guarda il primo scatto dal set del film su Han Solo

 

Stando a quanto racconta l'Hollywood Reporter, la decisione è stata presa da Kathleen Kennedy, co-direttrice generale di Lucasfilm. La produttrice ha dichiarato: “Philip Lord e Christopher Miller sono registi di talento che hanno messo insieme un cast e una troupe incredibili. È diventato evidente che avevamo visioni creative diverse su questo film, e così abbiamo deciso di prendere strade diverse”. La data d'uscita del film nelle sale statunitensi, fissata per il 25 maggio 2018, resta comunque per il momento invariata.

 

Fin dall'inizio della lavorazione, inoltre, sembra che i due registi si siano trovati in disaccordo con Lawrence Kasdan e il figlio Jon, gli autori della sceneggiatura. Ora le riprese del film, che oltre a Ehrenreich vede nel cast anche Emilia Clarke, Woody Harrelson, Donald Glover, Thandie Newton, Phoebe Waller-Bridge e Michael Kenneth Williams, sono state interrotte, in attesa di trovare un nuovo regista.

 

Chi sarà il prescelto? Il primo toto-nomi indica Ron Howard, Joe Johnston e lo stesso Lawrence Kasdan, ma chissà che nelle prossime ore l'elenco di possibili candidati non si allunghi ulteriormente.