23 giugno 2017

Han Solo ha trovato un nuovo regista: Ron Howard

L'ex Richie Cunningham di Happy Days chiamato a sostituire Phil Lord e Christopher Miller nel secondo spin-off di Star Wars

 

La galassia di Star Wars nelle ultime ore era in subbuglio, dopo che la Lucasfilm aveva deciso di licenziare Phil Lord e Christopher Miller come registi del film “solista” su Han Solo. Nel giro di poche ore è però stato trovato un sostituto, e che sostituto: Ron Howard!

Dopo alcuni giorni tristi e confusi, è finalmente di nuovo un happy day nell'universo di Guerre stellari. Mentre qui su Paramount Channel (canale 27 del digitale terrestre) possiamo continuare a vederlo come attore tutti i giorni nei panni di Richie Cunningham nell'irresistibile sitcom Happy Days, come regista Howard ha ora di fronte un compito mica tanto semplice, ma che siamo sicuri riuscirà a svolgere al meglio.

Dietro la macchina da presa Ron ha dimostrato di essere sempre a suo agio con i generi cinematografici più differenti, dal toccante dramma A Beautiful Mind, per cui ha vinto l'Oscar 2002 di miglior regista, a blockbuster di successo come Il codice da Vinci, passando per commedie (Splash – Una sirena a Manhattan, EdTV), fantasy (Willow, Il Grinch), biopic sportivi (Cinderella Man – Una ragione per lottare, Rush), fino al recente documentario musicale The Beatles: Eight Days a Week - The Touring Years. Adesso è per lui il momento di tornare nello spazio, già “frequentato” nel 1995 ai tempi dello riuscito Apollo 13, con le avventure del giovane Han Solo, questa volta interpretato da Alden Ehrenreich. Il giovane attore è chiamato a sostituire Harrison Ford, con cui tra l'altro Howard aveva girato American Graffiti e American Graffiti 2.

 

Cosa ne pensi di questa nuova stellare missione di Richie Cunningham... scusa, di Ron Howard?