21 febbraio 2018

George Clooney e Amal: donazione da 500mila dollari contro le armi

L'attore lanciato da E.R. - Medici in prima linea e la moglie finanziano la manifestazione del 24 marzo March for Our Lives

 

La drammatica strage avvenuta lo scorso giorno di San Valentino in un liceo di Parkland, in Florida, dove un ex studente ha ucciso 17 persone, ha messo ancora una volta di gli Stati Uniti di fronte al problema delle armi nel paese. Per richiedere un maggiore controllo sulla vendita delle armi da fuoco, il prossimo 24 marzo a Washington si terrà una grande manifestazione cui parteciperanno anche numerose celebrità e in prima fila tra di loro ci saranno George Clooney e la moglie Amal Alamuddin.

 

Non solo i due parteciperanno, ma hanno anche già donato 500mila dollari in supporto dell'organizzazione di questa manifestazione di protesta chiamata “March for Our Lives”. Attraverso un comunicato inviato dal suo agente ad Afp, il regista di Suburbicon ha fatto sapere: “Amal e io siamo così ispirati dal coraggio e dall'eloquenza di questi giovani ragazzi e ragazze del liceo Stoneman Douglas. La nostra famiglia sarà presente il 24 marzo a fianco di questa generazione incredibile di giovani venuti da tutto il Paese e, in nome dei nostri figli Ella e Alexander, doniamo 500mila dollari per aiutare a finanziare questo evento. Da questo dipende la vita dei nostri figli”.

 

La stessa cifra verrà versata da altre star come Steven Spielberg con la moglie Kate Capshaw e da Oprah Winfrey, che su Twitter ha scritto: “George e Amal, non potrei essere più d'accordo con voi. Unisco le mie forze alle vostre ed eguaglio la vostra donazione di 500mila dollari per March for Our Lives”.

Spielberg e la moglie hanno invece dichiarato: “I giovani studenti in Florida e ora attraverso il paese stanno già dimostrando la loro leadership con una fiducia e una maturità che smentisce la loro età”, e applaudono “i loro sforzi di prendere una posizione a beneficio di questa e delle future generazioni”.