30 agosto 2016

Addio a Gene Wilder, il mitico attore di Frankenstein Junior e Willy Wonka

Ci ha lasciati a 83 anni il protagonista di numerosi cult movie degli anni 70 e 80

 

Un nuovo lutto ha purtroppo colpito il mondo dello spettacolo, in un'annata che sta diventando sempre più funesta. Se n'è andato all'età di 83 anni il mitico Gene Wilder, indimenticabile protagonista di due dei più grandi cult degli anni '70: Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato e Frankenstein Junior, quest'ultimo proposto di recente qui su Paramount Channel.

 

Dopo una piccola apparizione in Gangster Story, Gene Wilder comincia a diventare una leggenda di Hollywood grazie alla collaborazione con l'amico Mel Brooks, che nel 1968 gli affida la sua prima parte da protagonista in Per favore, non toccate le vecchiette, con cui ottiene la sua prima nomination agli Oscar.

 

Nel 1971 è il protagonista di Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, oggi uno dei suoi lavori più celebri e identificativi, nonostante all'epoca il film si sia rivelato un flop commerciale.

Diventa invece subito un grande successo Frankenstein Junior, di cui Wilder è non solo protagonista ma anche autore della sceneggiatura, che gli vale la seconda nomination dell'Academy Award.

 

Negli anni 80 l'attore si fa notare in altri due grandi successi di pubblico, la commedia romantica La signora in rosso con Kelly LeBrock e l'esilarante Non guardarmi: non ti sento al fianco di Richard Pryor, con cui ha formato una irresistibile coppia comica. Tra i suoi ultimi ruoli vi è poi stata la partecipazione come guest star nella "nostra" sitcom Will & Grace, che gli è valsa la vittoria di un Emmy Award.

A dare la triste notizia della sua morte, avvenuta in seguito a complicazioni dovute all’Alzheimer, è stato uno dei suoi nipoti. Gene Wilder ci ha lasciato, ma i suoi film, e i suoi fenomenali personaggi, resteranno per sempre insieme a noi.