24 novembre 2016

I film comici e le commedie più divertenti del 2016

10 pellicole uscite quest'anno da vedere per farsi quattro (e anche di più) risate

 

Sono stati tanti gli eventi tragici che si sono susseguiti nel corso del 2016, ma per fortuna almeno il cinema ci ha anche regalato qualche motivo per sorridere. Quali sono le commedie più riuscite e i film comici che ci hanno strappato più risate, tra quelli approdati nei cinema italiani negli ultimi 12 mesi?

Ecco 10 visioni consigliate per una serata all'insegna della spensieratezza e del buon umore.

Più che un film, Fausto Brizzi firma un trattato sociologico sulla sindrome di Peter Pan, che colpisce sempre più persone nel nostro paese, dall'atletico Teo Teocoli alla MILF Sabrina Ferilli. Un trattato spassoso, tranquilli.

Mila Kunis è una madre perfetta, fino a che non decide di diventare una mamma... molto cattiva. Lì sì che se ne vedono delle belle e può cominciare il divertimento. Per lei, come per noi.

Il fenomeno comico del momento è Luigi Luciano, meglio noto come Herbert Ballerina. L'eterna spalla di Maccio Capatonda ha finalmente l'occasione per brillare di luce propria e la mette a frutto nella divertente commedia mafiosa Quel bravo ragazzo. Ebbravo Herbert!

Leggera come una Piuma, questa pellicola si propone come una specie di versione nostrana di Juno. Presentato in concorso all'ultimo Festival di Venezia ha fatto storcere qualche naso, ma per una visione disimpegnata il lavoro di Roan Johnson fa più che il suo dovere.

Lanciate dal Saturday Night Live, Tina Fey ed Amy Poehler sono ormai delle istituzioni della comicità americana. Dalle nostre parti sono un po' meno conosciute, ma questa commedia su due sorelle affette (così come i protagonisti di Forever Young) dalla sindrome di Peter Pan rappresenta un ottimo modo per cominciare ad avvicinarsi al loro umorismo.

A ispirare questo film non è stato un libro, un fumetto, o un videogame. La sceneggiatura prende invece spunto da... un annuncio pubblicato su Craigslist. La storia di due fratelli casinisti e festaioli che devono “assumere” due ragazze che li accompagnino al matrimonio della sorella è tanto assurda, quanto vera. E soprattutto, tutta da ridere.

Il film d'animazione più divertente dell'anno, e di certo anche quello più trasgressivo ed estremo. Dimenticate il politically correct, mettete i bambini a letto e immergetevi in questo cartone per soli adulti.

Il re degli incassi del cinema italiano rinnova la sua formula, senza stravolgerla, ma con qualche aggiustamento. Checco Zalone questa volta va in trasferta e si trasferisce nella fredda Norvegia. Come se la caverà?

Se siete tra i pochi che ancora non hanno visto il secondo maggiore incasso nelle sale nostrane di sempre, giusto a un passo dal primato di Avatar, per scoprirlo non vi resta che recuperare Quo vado?.

Renée Zellweger torna a vestire gli imbranati quanto irresistibili panni di Bridget Jones e, nonostante anche per lei gli anni siano passati, la magia e le risate dei due precedenti capitoli si ripetono. A mani basse, la romcom più simpatica dell'anno.

Dopo l'acclamato capolavoro Boyhood, Richard Linklater torna indietro nel tempo, nel 1980, in quello che può essere considerato un sequel “spirituale” di uno dei suoi primi successi, La vita è un sogno. Oltre a essere un viaggio nel passato a tratti nostalgico, Tutti vogliono qualcosa è anche e soprattutto una ritmata commedia adolescenziale e goliardica, che rinnova la tradizione di Animal House e Porky's. Il film ideale per ridere di gusto, ma senza dimenticare un tocco di cinema d'autore, e di malinconia.