05 settembre 2016

Venezia 2016, Mel Gibson parla di guerra, sequel e... supereroi

Presentando il suo nuovo film Hacksaw Ridge, il regista de La passione di Cristo ha affrontato vari argomenti

 

Basta con i supereroi che indossano le tutine! Per Mel Gibson è arrivata l'ora che il cinema parli anche di un altro tipo di eroi. Arrivato alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 per presentare fuori concorso la sua ultima fatica dietro la macchina da presa, Hacksaw Ridge, l'attore e regista statunitense non ha dubbi: “In un mondo di supereroi con la tutina di spandex, è arrivato il momento di celebrarne uno vero, un uomo qualunque che ha fatto cose straordinarie in una situazione incredibile diventando leggenda. Mi interessava raccontare la storia di un uomo che conduce la sua singolare lotta nel mezzo dell’inferno sulla terra, andando in guerra armato solo della sua fede e che, così facendo, compie qualcosa di soprannaturale”.

 

Guarda il Close Up di Paramount Channel dedicato a Mel Gibson

 

Sul tema della guerra e delle armi Gibson ha quindi aggiunto: “Sono d'accordo con Obama per quanto riguarda le armi. Non credo ci siano guerre giuste, odio le guerre, ma bisogna amare i guerrieri e fargli omaggio”.

 

Guarda il trailer del nuovo film di Mel Gibson Hacksaw Ridge

 

Curioso che come protagonista della pellicola ci sia Andrew Garfield, giovane attore che si è fatto conoscere dal grande pubblico proprio per un ruolo da supereroe, quello dell'Uomo Ragno in The Amazing Spider-Man e relativo seguito. E a proposito di sequel, Mel Gibson ha annunciato di avere in preparazione un seguito de La passione di Cristo, film di enorme successo commerciale ma che all'epoca della sua uscita sollevò anche forti polemiche e discussioni: “Ne stiamo parlando e, come ben sapete, sarà un progetto enorme perchè toccherà il tema della resurrezione di Cristo”. A quanto pare il film sarà intitolato La Resurrezione. Non poteva essere altrimenti...