25 maggio 2017

Cannes 2017, le sorprese e le rivelazioni del Festival

Ecco quali sono film, attori e attrici che hanno stupito maggiormente sulla Croisette

 

Cannes 2017 si sta rivelando il Festival dei grandi registi, dei divi e delle dive di fama mondiale. Nel corso della kermesse francese c'è però ampio spazio anche per numerose sorprese e per alcuni volti nuovi, insieme ad altri già conosciuti ma che si sono proposti in vesti inedite o inaspettate.

 

Quali sono state le rivelazioni del Festival di Cannes 2017? Vediamo insieme chi ci ha stupiti di più.

Alla vigilia sembrava un Festival destinato a essere poco italiano, considerata l'assenza di nostri registi dal Concorso principale, e invece il fascino tricolore si è fatto notare in numerose occasioni. Grazie alla madrina Monica Bellucci e all'icona del poster Claudia Cardinale, ma anche ad alcune pellicole presentate nelle sezioni parallele. Oltre a Fortunata di Sergio Castellitto con la piccola rivelazione Nicole Centanni, nella sezione Un Certain Regard è arrivato in gara anche Dopo la guerra di Annarita Zambrano, alla Settimana della Critica è stato presentato Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, mentre alla Quinzaine des Réalisateurs si sono fatte notare tre belle novità: L’intrusa di Leonardo Di Costanzo, A Ciambra di Jonas Carpignano e Cuori Puri, opera prima di Roberto De Paolis. Vive l'Italie!

Il nuovo film del sudcoreano Bong Joon-ho è ricco di stelle: Tilda Swinton, Jake Gyllenhaal, Paul Dano, Lily Collins e Giancarlo Esposito. A colpire nella discussa pellicola prodotta da Netflix sono stati però anche e soprattutto la piccola protagonista Ahn Seo-hyun e il singolare animale creato dal mago degli effetti speciali Erik-Jan De Boer che dà il nome al film: Okja.

È una delle giovani attrici più pagate e richieste in circolazione, ma ha sempre il coraggio di mettersi in gioco. A Cannes 2017 Kristen Stewart si è fatta notare come regista, con il suo cortometraggio Come Swim. Il suo futuro sarà più dietro che davanti alla macchina da presa?

Il re delle commedie disimpegnate a stelle e strisce è tornato a dimostrare il suo valore come attore nel cinema “impegnato”. Dopo l'originale pellicola sentimentale Ubriaco d'amore di Paul Thomas Anderson e il drammatico Reign Over Me di Mike Binder, Adam Sandler ora fa il suo figurone al fianco di grossi calibri della recitazione come Dustin Hoffman ed Emma Thompson e il collega “comico ma non solo” Ben Stiller in The Meyerowitz Stories del regista cult Noah Baumbach. La proiezione della pellicola ha ottenuto 4 minuti di applausi e chissà che alla cerimonia di chiusura di domenica non arrivi un premio proprio al simpatico attore.

Wonderstruck di Todd Haynes è stato uno dei film più apprezzati tra quelli presentati in Concorso. Merito anche di un cast di primo livello in cui, accanto a Julianne Moore e Michelle Williams, si segnalano tre novità assolute, i giovanissimi Oakes Fegley, Millicent Simmonds e Jaden Michael.

Ha solo 19 anni, ma Elle Fanning ha già una carriera da veterana alle spalle, che comprende film come The Neon Demon, Super 8, Maleficent e Somewhere. Al Festival di Cannes 2017 c'è però stata la sua consacrazione definitiva come diva di nuova generazione. Sul red carpet ha tenuto testa e a tratti persino rubato le attenzioni a celebrità come Nicole Kidman e Kirsten Dunst e sul grande schermo si è segnalata sia in Concorso con l'apprezzato L'inganno di Sofia Coppola che con il sorprendente film punk sci-fi How to Talk to Girls at Parties di John Cameron Mitchell presentato fuori Concorso. E ora chi la ferma più?