14 dicembre 2016

Cosa resterà di questo 2016?

Gli eventi, da quelli più tragici a quelli più leggeri, che hanno segnato gli ultimi 12 mesi

 

L'anno che sta volgendo al termine non è stato proprio positivo, sotto molti punti di vista. Sono diversi i fatti tragici e drammatici che hanno sconvolto il mondo. Di certo il 2016 è stato anche un anno importante, di svolta, che abbiamo provato a riassumere attraverso dieci eventi, alcuni più seri e altri meno, che in qualche modo hanno segnato gli ultimi 12 mesi. Ecco cosa (probabilmente) ricorderemo in futuro di quest'ultima annata.

Il 2016 è stato un anno funestato da numerose morti illustri. Senza stare a fare un elenco, che sarebbe purtroppo troppo lungo, ce ne sono due in particolare nel mondo dello spettacolo che hanno lasciato un vuoto nella vita, e nelle orecchie, di milioni di persone nel mondo. Due delle più grandi icone della musica e della pop culture degli ultimi decenni ci hanno lasciato: David Bowie e Prince. Quanto ci mancheranno?

Alla fine la meglio l'ha avuta lui. Dopo una campagna elettorale più agguerrita che mai, contro Hillary Clinton, contro tutti i pronostici e contro persino il suo stesso partito, il nuovo presidente degli Stati Uniti è il discusso miliardario Donald Trump. Una scelta che ha diviso l'America (e il mondo) e che ha provocato varie proteste, anche da parte di molte popstar e celebrità di Hollywood, su tutte Lady Gaga e Madonna.

Sul fronte nazionale, l'evento più drammatico è stato la scossa con magnitudo 6,0 avuta il 24 agosto, che ha devastato numerosi comuni del Centro Italia e provocato numerosi morti e feriti. Forti scosse hanno coinvolto le stesse zone anche a fine ottobre, causando per fortuna in questo caso meno danni.

Il 3 febbraio è stato ritrovato in Egitto il corpo senza vita di Giulio Regeni, un giovane dottorando italiano dell'Università di Cambridge che era stato rapito alcuni giorni prima, nell'anniversario delle proteste di piazza Tahrir. Il suo omicidio resta ricco di punti interrogativi, con l'Italia e il resto del mondo che ancora attendono risposte. E giustizia.

 

Altra “scossa”, questa volta politica, è stata avvertita sul suolo nazionale il 4 dicembre. Il referendum costituzionale ha visto la vittoria del no e ha portato alle dimissioni del presidente del Consiglio Matteo Renzi, con conseguente apertura della crisi di governo e nomina di Paolo Gentiloni come nuovo premier.

Il referendum sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea quest'anno ci ha portati a conoscere un termine nuovo: Brexit. Il popolo britannico ha infatti deciso di uscire dall'UE, una scelta che ha fatto scattare le dimissioni del premier in carica David Cameron e la formazione di un nuovo governo guidato da Theresa May.

Il fatto di gossip dell'anno è stato senza dubbio la fine del matrimonio tra Brad Pitt e Angelina Jolie. Una coppia apparentemente solida e affiatata che stava insieme dal 2005, quando era sbocciato l'amore alle spalle della povera Jennifer Aniston. Brad e Angelina erano quindi convolati a nozze nel 2014, ma ora è tutto finito. Per la gioia, almeno così pare sui social, di Jennifer.

La maledizione alla fine si è spezzata. Dopo 5 nomination andate a vuoto (4 come attore e una come produttore), che avevano generato in rete varie amichevoli prese in giro, Leonardo DiCaprio è riuscito a mettere le sue mani sulla sognata statuetta dorata. In mezzo a tante notizie tristi, questo 2016 una gioia, almeno a lui e a noi suoi fan, l'ha regalata!

Quest'estate, a un certo punto e all'improvviso, sono tornati di moda i Pokémon, i “mostriciattoli” che erano entrati nell'immaginario collettivo negli anni '90. Di chi è il merito, o la colpa, a seconda dei punti di vista? Tutto di Pokémon Go, un videogame per smartphone basato sul geniale spunto della “realtà aumentata”, che ha portato milioni di videogiocatori a uscire di casa per andare a caccia di Pokémon in giro per il mondo.

A livello sportivo il 2016 è stato l'anno della vittoria a sorpresa della Premier League inglese di calcio del “piccolo” Leicester allenato da Claudio Ranieri, della vittoria del mondiale di Formula 1 e poi del ritiro inaspettato di Nico Rosberg e delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, che hanno regalato all'Italia gioie e delusioni. Così come è stato all'insegna prima delle lacrime e poi dell'entusiasmo per Cristiano Ronaldo la finale degli Europei di calcio 2016: dopo pochi minuti di gara il fuoriclasse si è infortunato ed è stato costretto a uscire dal campo, ma alla fine il suo Portogallo è riuscito comunque a superare la Francia padrona di casa e lui ha potuto sollevare l'ambita coppa.

La vicenda più incredibile dell'anno non si è svolta in un film, bensì nella realtà. Il rampollo di casa Agnelli Lapo Elkann, dopo aver passato il Giorno del Ringraziamento a New York insieme a una escort transgender, ha finto il suo stesso rapimento, chiedendo come riscatto alla facoltosa famiglia una cifra di appena 10 mila dollari. Una storia che ha avuto un grande risalto sui media e sui social e che difficilmente scorderemo. Almeno fino al suo prossimo scandalo.