13 luglio 2017

Emmy 2017: Westworld, Stranger Things e Benedict Cumberbatch in nomination

Tra i titoli che hanno ottenuto più candidature anche Feud e Veep

 

Sono arrivate le nomination degli Emmy Awards 2017, gli Oscar del piccolo schermo americano. La notizia quest'anno è l'assenza di Game of Thrones, grande trionfatore delle ultime edizioni, ma soltanto perché la serie non è andata in onda nel periodo preso in considerazione dai premi. Spazio allora per varie novità, tra cui spiccano The Handmaid's Tale, Stranger Things, Westworld, The Crown e This Is Us, tutte in corsa per il premio di miglior serie tv drammatica insieme agli ormai habitué House of Cards e Better Call Saul. Westworld in particolare è il grande dominatore delle candidature, con ben 22 nomination, seguito da Stranger Things e Feud con 18 a testa.

 

Tra le comedy, il vincitore delle ultime edizioni Veep (che ha ottenuto 17 candidature) dovrà difendere il titolo con una novità assoluta, Atlanta, e numerose conferme: Modern Family, Black-ish, Silicon Valley, Unbreakable Kimmy Schmidt e Master of None; in particolare quest'ultima quest'anno potrebbe dire la sua per la vittoria finale.

 

Nella categoria delle miniserie, il “solito” Fargo avrà a che fare degli avversari tutti nuovi e tutti parecchio agguerriti: Big Little Lies, Feud, Genius e The Night Of.

 

Nella candidature delle attrici, segnaliamo Elisabeth Moss che con The Handmaid's Tale quest'anno potrebbe partire come favorita tra le protagoniste, mentre la 13enne Millie Bobby Brown di Stranger Things ha guadagnato una nomination tra le non protagoniste. Tra gli attori, non possiamo che essere felici per la nomina di Benedict Cumberbatch come miglior protagonista di una miniserie o film tv, grazie alla sua interpretazione nell'episodio della quarta stagione di SherlockThe Lying Detective”. Il britannico se la dovrà però vedere contro dei grandi nomi: Robert De Niro, Ewan McGregor, Geoffrey Rush, Riz Ahmed e John Turturro. Ce la farà a spuntarla? Noi tifiamo per lui.

 

Buone, ma non buonissime, le notizie per l'Italia. The Young Pope, la serie Sky ideata e diretta da Paolo Sorrentino e prodotta dalla Wildside di Lorenzo Mieli e Mario Gianani, ha ottenuto due nomination: per il miglior production design (per Ludovica Ferrario) e la migliore fotografia (per Luca Bigazzi). Un risultato storico, visto che è la prima volta che una società italiana ottiene delle candidature agli Emmy, ma anche un pochino deludente. Per una serie di così alta qualità era lecito attendersi qualche nomina in più e pesa in particolare l'assenza dello straordinario protagonista Jude Law tra i migliori attori. Altre serie che hanno ottenuto una minore considerazione rispetto alla aspettative sono inoltre The Leftovers, Girls e Mr. Robot.

 

Di seguito ti proponiamo le nomination delle categorie principali degli Emmy Awards 2017, che verranno consegnati il prossimo 17 settembre.

 

 

MIGLIOR SERIE TV DRAMMATICA

House of Cards (Netflix)

Better Call Saul (AMC)

The Crown (Netflix)

The Handmaid’s Tale (Hulu)

This Is Us (NBC)

Westworld (HBO)

Stranger Things (Netflix)

 

MIGLIOR SERIE TV COMEDY

Atlanta (FX)

Black-ish (ABC)

Master of None (Netflix)

Modern Family (ABC)

Silicon Valley (HBO)

Unbreakable Kimmy Schmidt (Netflix)

Veep (HBO)

 

MIGLIOR MINISERIE

Big Little Lies (HBO)

Feud (FX)

Fargo (FX)

Genius (National Geographic)

The Night Of (HBO)

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA SERIE DRAMMATICA

Sterling K. Brown (This Is Us)

Anthony Hopkins (Westworld)

Bob Odenkirk (Better Call Saul)

Matthew Rhys (The Americans)

Liev Schreiber (Ray Donovan)

Milo Ventimiglia (This Is Us)

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA SERIE DRAMMATICA

Viola Davis (How to Get Away with Murder)

Claire Foy (The Crown)

Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale)

Keri Russell (The Americans)

Evan Rachel Wood (Westworld)

Robin Wright (House of Cards)

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA SERIE COMEDY

Anthony Anderson (Black-ish)

Aziz Ansari (Master of None)

Zach Galifianakis (Baskets)

Donald Glover (Atlanta)

William H. Macy (Shameless)

Jeffrey Tambor (Transparent)

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA SERIE COMEDY

Jane Fonda (Grace and Frankie)

Ellie Kemper (Unbreakable Kimmy Schmidt)

Allison Janney (Mom)

Julia Louis-Dreyfus (Veep)

Tracee Ellis Ross (Black-ish)

Lily Tomlin (Grace and Frankie)

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA SERIE DRAMMATICA

Jonathan Banks (Better Call Saul)

David Harbour (Stranger Things)

Ron Cephas Jones (This Is Us)

Michael Kelly (House of Cards)

John Lithgow (The Crown)

Mandy Patinkin (Homeland)

Jeffrey Wright (Westworld)

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA SERIE DRAMMATICA

Uzo Aduba (Orange Is the New Black)

Millie Bobby Brown (Stranger Things)

Ann Dowd (The Handmaid’s Tale)

Chrissy Metz (This Is Us)

Thandie Newton (Westworld)

Samira Wiley (The Handmaid’s Tale)

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA SERIE COMEDY

Louie Anderson (Baskets)

Alec Baldwin (Saturday Night Live)

Tituss Burgess (Unbreakable Kimmy Schmidt)

Ty Burrell (Modern Family)

Tony Hale (Veep)

Matt Walsh (Veep)

 

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA SERIE COMEDY

Vanessa Bayer (Saturday Night Live)

Anna Chlumsky (Veep)

Leslie Jones (Saturday Night Live)

Katheryn Hahn (Transparent)

Judith Light (Transparent)

Kate McKinnon (Saturday Night Live)

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA MINISERIE O FILM TV

Riz Ahmed (The Night Of)

Benedict Cumberbatch (Sherlock: The Lying Detective)

Robert De Niro (The Wizard of Lies)

Ewan McGregor (Fargo)

Geoffrey Rush (Genius)

John Turturro (The Night Of)

 

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA MINISERIE O FILM TV

Carrie Coon (Fargo)

Felicity Huffman (American Crime)

Nicole Kidman (Big Little Lies)

Jessica Lange (Feud)

Susan Sarandon (Feud)

Reese Witherspoon (Big Little Lies)

 

MIGLIOR REGIA SERIE DRAMMATICA

Stephen Daldry, The Crown – Hyde Park Corner

Kate Dennis, The Handmaid’s Tale – The Bridge

Matt e Ross Duffer, Stranger Things – The Vanishing Of Will Byers

Vince Gilligan, Better Call Saul – Witness

Lesli Linka Glatter, Homeland – America First

Reed Morano, The Handmaid’s Tale – Offred

Jonathan Nolan, Westworld – The Bicameral Mind

 

MIGLIOR REGIA SERIE COMEDY

Jamie Babbit, Silicon Valley – Intellectual Property

Donald Glover, Atlanta – B.A.N.

Mike Judge, Silicon Valley – Server Error

David Mandel, Veep – Groundbreaking

Morgan Sackett, Veep – Blurb

Dale Stern, Veep – Justice

 

MIGLIOR REGIA MINISERIE O FILM TV

Noah Hawley, Fargo – The Law Of Vacant Places

Ron Howard, Genius – Einstein: Chapter One

James Marsh, The Night Of – The Art Of War

Ryan Murphy, FEUD: Bette and Joan – And The Winner Is… (The Oscars Of 1963)

Jean-Marc Vallée, Big Little Lies

Steven Zaillian, The Night Of – The Beach

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA SERIE DRAMMATICA

Matt e Ross Duffer, Stranger Things: The Vanishing of Will Byers

Joel Fields e Joe Weisberg, The Americans: The Soviet Division

Lisa Joy e Jonathan Nolan, Westworld: The Bicameral Mind

Bruce Miller, The Handmaid’s Tale: Offred

Peter Morgan, The Crown: Assassins

Gordon Smith, Better Call Saul: Chicanery

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA SERIE COMEDY

Aziz Ansari e Lena Waithe, Master of None: Thanksgiving

Alec Berg, Silicon Valley: Success Failure

Donald Glover, Atlanta: B.A.N.

Stephen Glover, Atlanta: Streets on Lock

Billy Kimball, Veep: Georgia

David Mandel, Veep: Groundbreaking

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA MINISERIE O FILM TV

Charlie Brooker, Black Mirror: San Junipero

Jaffe Cohen, Ryan Murphy e Michael Zam, FEUD: Bette and Joan: Pilot

Noah Hawley, Fargo: The Law of Vacant Places

David E. Kelley, Big Little Lies

Ryan Murphy, FEUD: Bette and Joan: And the Winner Is… (The Oscars of 1963)

Richard Price e Steven Zaillian, The Night Of: The Call of the Wild