26 maggio 2017

David Lynch a Cannes: Non sto per lasciare il cinema

Alla presentazione di Twin Peaks come evento speciale del Festival, il regista dichiara che non ha chiuso con il cinema

 

Accoglienza trionfale a Cannes per David Lynch. Il visionario regista statunitense ha presentato i primi due episodi della terza stagione di Twin Peaks, la sua creatura televisiva cult, e al termine della proiezione ha ricevuto una vera e propria standing ovation che lo ha commosso.

 

La gioia dei suoi fan per l'arrivo delle nuove puntate di Twin Peaks si era però smorzata negli scorsi giorni, quando era uscita la notizia che il regista aveva intenzione di abbandonare il cinema. In un'intervista rilasciata al quotidiano australiano Sydney Morning Herald, il sempre criptico Lynch aveva lasciato intendere che Inland Empire – L'impero della mente del 2006 sarebbe rimasto il suo ultimo film.

 

Adesso però dal Festival di Cannes è arrivata una precisazione in proposito da parte dello stesso regista: “Continuerò a lavorare: sono state solo interpretate male alcune mie parole”. Lynch non ha però specificato quali sono i suoi progetti futuri. Per il momento si gode il nuovo Twin Peaks: “L'unico modo per spiegare questo mio ritorno è l'amore che ho per quell'universo. So che ci sono molte teorie su Internet su un follow-up previsto 25 anni fa, ma non è vero. Abbiamo gradualmente creato diciotto episodi che, dal nostro punto di vista, costituiscono un film di 18 ore diviso in 18 parti. Tutto qui. Non abbiamo avuto alcun problema nel ritornare ad immergerci nel mondo di Twin Peaks. Lavorare nuovamente sulla serie era per me un lungo viaggio meraviglioso e piacevole, dall'inizio alla fine”.

 

E allora adesso, dopo il suo ritorno in tv, attendiamo anche il suo ritorno nelle sale cinematografiche.