16 marzo 2018

David 2018: Steven Spielberg sarà omaggiato con il David alla carriera

Il regista di E.T. e Schindler's List riceverà il premio alla carriera agli Oscar del cinema italiano

 

Nuovo prestigioso premio in vista per Steven Spielberg. Il regista vincitore di 4 Oscar (nel 1987 il Premio alla memoria Irving G. Thalberg, nel 1994 Miglior film e Miglior regista per Schindler's List - La lista di Schindler e nel 1999 Miglior regista per Salvate il soldato Ryan) presto riceverà il David alla carriera.

 

Ai David di Donatello 2018 che si terranno il prossimo 21 marzo, il grande ospite internazionale di prestigio sarà il regista di E.T. l'extra-terrestre e del recente The Post, cui verrà consegnato il David alla Carriera - Life Achievement Award, ma non solo. Durante la cerimonia di premiazione, Spielberg presenterà anche alcune scene di Ready Player One, la sua nuova pellicola fantascientifica che debutterà nei cinema italiani il 28 marzo.

 

Ad annunciare il premio è stata Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell'Accademia del Cinema Italiano, che ha affermato con orgoglio: “Siamo profondamente emozionati e onorati di consegnare il David alla Carriera a Steven Spielberg, fra i pochi che hanno realmente segnato la storia del cinema, plasmandola e riscrivendola secondo nuovi canoni. Lo amiamo per quella sua straordinaria capacità, che lo rende unico, di miscelare le possibilità offerte dalla tecnologia con la suggestione della narrazione, elevati tassi di spettacolarità con situazioni dal forte impatto emotivo: una ricetta che, applicata a quasi tutta la sua opera, ha prodotto un idioma rivoluzionario, divenuto immediatamente universale, in grado di innovare i generi tradizionali e demolire le frontiere, per arrivare a una platea di dimensioni mondiali. Le novità imposte dal cinema di Spielberg all’immaginario collettivo contemporaneo, sia come regista che come produttore, non si limitano a questo, coinvolgono anche l'aspetto industriale del cinema con la definizione del termine "blockbuster", e quella fusione di generi e linguaggi che è alla base di tutta la produzione audiovisiva attuale”.

 

Congratulazioni, Mr. Spielberg!

via GIPHY