22 marzo 2018

David 2018, Ammore e malavita vince nella notte delle donne e di Spielberg

La pellicola dei Manetti Bros. si porta a casa 5 premi; gloria anche per Jonas Carpignano e Jasmine Trinca

 

Sono stati diversi i protagonisti della notte dei David di Donatello 2018, gli Oscar del cinema italiano. Innanzitutto il trionfatore principale della cerimonia, che si è tenuta agli Studios di Via Tiburtina a Roma condotta da Carlo Conti, è stato Ammore e malavita.

 

La commedia musical dei Manetti Bros. ha portato casa 5 premi su 15 nomination: quello più ambito per il miglior film dell'anno, ma anche quelli per la migliore attrice non protagonista a Claudia Gerini, i migliori costumi a Daniela Salernitano, il miglior musicista a Pivio e Aldo De Scalzi e la miglior canzone originale a Pivio e Aldo De Scalzi, Serena Rossi e Franco Ricciardi per “Bang Bang”.

 

Jonas Carpignano si è invece aggiudicato il riconoscimento di miglior regista per il suo acclamato A Ciambra, mentre Jasmine Trinca grazie alla sua fortunata performance in Fortunata ha portato a casa il David per la miglior attrice protagonista, Renato Carpentieri è risultato il miglior attore protagonista per La tenerezza e Giuliano Montaldo il miglior attore non protagonista con Tutto quello che vuoi. Come miglior film straniero ha vinto Dunkirk e come miglior film dell'Unione Europea lo svedese The Square.

 

Le donne sono state le altre grandi protagoniste della serata dei David 2018, che si è aperta con un potente monologo di Paola Cortellesi e ha poi visto salire sul palco Jasmine Trinca, Giovanna Mezzogiorno, Isabella Ragonese, Claudia Gerini, Serena Rossi e Sonia Bergamasco che hanno ripetuto alcune frasi che spesso vengono pronunciate quando le donne sono vittime di violenze, come: “Se l'è cercata”.

 

Non poteva poi certo passare inosservato Steven Spielberg. Il leggendario regista statunitense ha ricevuto il premio alla carriera dalle mani di Monica Bellucci, che ha tenuto a ringraziarlo: “Per tutte le emozioni profonde che il suo cinema ci ha regalato”. Spielberg ha invece svelato qual è a suo giudizio il segreto per essere un buon regista: “Io penso che la qualità del regista è quella di non arrendersi, quando tutti ti dicono di non raccontare una storia, è molto facile dissuadere un giovane a fare qualcosa che per lui è importante. Quindi deve ascoltare la sua voce interna e non quello che c'è intorno”.

 

Guarda la top 10 dei migliori film diretti da Steven Spielberg

 

Di seguito ti proponiamo l'elenco di tutti i vincitori dei David di Donatello 2018.

 

Miglior film: Ammore e malavita, regia di Manetti Bros.

Miglior regista: Jonas Carpignano con A Ciambra

Miglior regista esordiente: Donato Carrisi per La ragazza nella nebbia

Migliore sceneggiatura originale: Susanna Nicchiarelli per Nico, 1988

Migliore sceneggiatura adattata: Fabio Grassadonia e Antonio Piazza per Sicilian Ghost Story

Miglior produttore: Luciano Stella e Maria Carolina Terzi per Mad Entertainment e Rai Cinema per Gatta Cenerentola

Migliore attrice protagonista: Jasmine Trinca per Fortunata

Miglior attore protagonista: Renato Carpentieri per La tenerezza

Migliore attrice non protagonista: Claudia Gerini per Ammore e Malavita

Miglior attore non protagonista: Giuliano Montaldo per Tutto quello che vuoi

Migliore autore della fotografia: Gian Filippo Corticelli per Napoli velata

Miglior musicista: Pivio e Aldo De Scalzi con Ammore e malavita

Migliore canzone originale: Bang bang (musica di Pivio e Aldo De Scalzi, testo di Nelson, interpretata da Serena Rossi) con Ammore e malavita

Miglior scenografo: Deniz Gokturk Kobanbay, Ivana Gargiulo per Napoli Velata

Miglior costumista: Daniela Salernitano per Ammore e malavita ex-aequo Massimo Cantini Parrini per Riccardo va all’inferno

Miglior truccatore: Marco Altieri per Nico, 1988

Miglior acconciatore: Daniela Altieri per Nico, 1988

Miglior montatore: Affonso Gonçalves per A Ciambra

Miglior suono: Adriano Di Lorenzo, Alberto Padoan, Marc Bastien, Éric Grattepain, Franco Piscopo per Nico, 1988

Migliori effetti digitali: Mad Entertainment per Gatta Cenerentola

Miglior documentario di lungometraggio: La lucida follia di Marco Ferreri di Anselma Dell’Olio

Miglior cortometraggio: Bismillah di Alessandro Grande

Miglior film dell’Unione Europea: The Square

Miglior film straniero: Dunkirk

Premio David giovani: Tutto quello che vuoi

David speciale Life Achievement Award 2018:: Steven Spielberg

David speciale: Stefania Sandrelli

David speciale: Diane Keaton