21 giugno 2017

Daniel Day-Lewis, annuncio shock: dice addio alla recitazione

L'attore vincitore di tre premi Oscar lascia il cinema, la sua ultima interpretazione sarà nel nuovo di Paul Thomas Anderson

 

Brutta, bruttissima notizia per il mondo del cinema. Non si tratta di un lutto, ma poco ci manca. Daniel Day-Lewis ha rilasciato un comunicato shock con cui annuncia il suo addio alla recitazione. Ha deciso che non farà più l'attore.

La parziale buona notizia è che, se non altro, lo vedremo ancora in una pellicola, che si preannuncia fin da ora davvero imperdibile. L'ultima interpretazione di uno degli attori migliori in circolazione, nonché uno dei migliori di sempre, sarà nel prossimo film di Paul Thomas Anderson dal titolo Phantom Thread. La pellicola è ambientata nel mondo della moda nella Londra degli anni '50 e segna la seconda (e a questo punto purtroppo ultima) collaborazione tra l'attore e il regista dopo Il petroliere. In quell'occasione il britannico aveva ottenuto il secondo dei tre Oscar da lui vinti, dopo quello per Il mio piede sinistro e prima di quello per Lincoln.

 

Attraverso un comunicato rilasciato a Variety, il portavoce di Daniel Day-Lewis ha fatto sapere: “Daniel Day-Lewis non lavorerà più come attore. È immensamente grato a tutti i suoi collaboratori e agli spettatori dei suoi film nel corso di questi molti anni. È una decisione privata e non verranno rilasciati ulteriori commenti, nemmeno da parte dei suoi portavoce, su questo argomento”.

 

Già in passato l'attore 60enne si era ritirato per alcuni anni dalla carriera cinematografica, a cavallo tra il 1997 e il 2001, per fare l'apprendista calzolaio a Firenze. Non ci resta che sperare che ci ripensi anche questa volta.