04 maggio 2017

Non guardarli sarebbe… un furto!

L’heist movie, il film incentrato su una rapina o un furto rocambolesco, è uno dei sottogeneri più amati dal cinema thriller. I preparativi, il colpo e qualcosa che va storto, perché qualcosa va sempre storto, chiaro. Ecco cinque pellicole su un “colpo grosso” passate alla storia!
di Alessandro “DocManhattan” Apreda
Virginia “Gin” Baker è un’agente assicurativa che deve incastrare un famigerato ladro di opere d’arte, Robert “Mac” MacDougal. Ma ci si mettono di mezzo un colpo da 8 miliardi di dollari a Kuala Lumpur, l’ultima notte del millennio e del tenero che nasce inevitabilmente tra i due… Un azzimatissimo Sean Connery e una Catherine Zeta-Jones supersexy, con la macchina da presa che indugia sulle sue natiche durante la scena dei laser. Non a caso, è quella più famosa del film…
La curiosità: per girare Entrapment, la produzione spese due milioni di dollari in meno del previsto. Il merito, secondo la producer Rhonda Tollefson, fu anche di Sean Connery e del suo braccino corto tipicamente scozzese. Tra le altre cose, Connery ha usato solo voli di linea e arrivava sul set con la sua auto, anziché usare un autista.
Il primo di una serie di tre film di Steven Soderbergh, con un cast di rapinatori all star in azione tra i casinò di Las Vegas, capeggiato da George Clooney e Brad Pitt. Non tutti sanno che il primo Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco è in realtà il remake di un film del 1960 dallo stesso titolo (da noi ribattezzato Colpo grosso) interpretato dal Rat Pack: Frank Sinatra, Dean Martin e Sammy Davis Jr.
La curiosità: fu George Clooney a proporre la parte di Tess a Julia Roberts, inviandole il copione con… una banconota da 20 dollari e un biglietto. Sul biglietto c’era scritto: “Ho sentito che ora ne prendi 20 a film”. Clooney si riferiva ai 20 MILIONI di dollari incassati dalla Roberts l’anno prima per girare, sempre con Soderbergh, Erin Brockovich - Forte come la verità.
Il primo di una serie di tre film di Steven Soderbergh, con un cast di rapinatori all star in azione tra i casinò di Las Vegas, capeggiato da George Clooney e Brad Pitt. Non tutti sanno che il primo Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco è in realtà il remake di un film del 1960 dallo stesso titolo (da noi ribattezzato Colpo grosso) interpretato dal Rat Pack: Frank Sinatra, Dean Martin e Sammy Davis Jr.
La curiosità: fu George Clooney a proporre la parte di Tess a Julia Roberts, inviandole il copione con… una banconota da 20 dollari e un biglietto. Sul biglietto c’era scritto: “Ho sentito che ora ne prendi 20 a film”. Clooney si riferiva ai 20 MILIONI di dollari incassati dalla Roberts l’anno prima per girare, sempre con Soderbergh, Erin Brockovich - Forte come la verità.
Le iene (Reservoir Dogs) è, come noto, il primo lungometraggio di Quentin Tarantino e contiene già tutti gli elementi per cui diventerà famoso il suo cinema: violenza, citazioni a nastro, black humor e ordine degli eventi non-cronologico. Qui la rapina in oggetto, organizzata da una banda di sei professionisti che proteggono il proprio anonimato dietro nomi d’arte legati ai colori (Mr. White, Mr. Brown, Mr. Pink…), finisce molto, molto male.
La curiosità: il film venne distribuito in un primo momento in Italia con il titolo Cani da rapina, e passò praticamene inosservato. Poco dopo venne riproposto come Le Iene e ottenne tutt’altra fortuna. Il nome e il look dei conduttori del programma televisivo Le Iene (in onda dal 1997) prende ispirazione ovviamente dal film di Tarantino, anche se lo show è basato su un formato argentino, Caiga Quien Caiga.
Altro giro, altro remake. The Italian Job di F. Gary Gray riprende la storia di Un colpo all’italiana, pellicola del 1969 con Michael Caine. Non si tratta più di ladri inglesi che arrivano a Torino e sfrecciano sulla pista del Lingotto, ma di rapinatori USA alle prese con il traffico di Los Angeles, ma al centro della vicenda ci sono sempre delle Mini. Charlize Theron, Mark Wahlberg e gli altri hanno dovuto seguire delle lezioni di guida speciali per poter girare alcune scene di inseguimenti senza controfigure.
La curiosità: per la scena nella metropolitana di Los Angeles sono state costruite delle Mini speciali elettriche, perché non era consentito l’accesso a veicoli a benzina. Charlize Theron si è beccata nei giorni delle riprese due multe per eccesso di velocità. Guidava così veloce sul set, ha dichiarato in un’intervista, che tornando a casa non riusciva ad andar piano.
La banda di rapinatori più cool della storia del cinema? Può essere. Sulle tracce dei quattro surfisti con le maschere da ex presidenti degli USA, guidati dal carismatico Bodhi (Patrick Swayze), si mette l’agente speciale Johnny Utah. Alla ricerca dell’onda perfetta e di un senso da dare alla propria esistenza, in uno storico action thriller di Kathryn Bigelow diventato una pellicola di culto. Nel 2015 ne è uscito un remake decisamente molto meno fortunato.
La curiosità: Patrick Swayze era sia un surfista che uno skydiver, perciò non ha avuto bisogno di controfigure in buona parte delle scene d’azione. Keanu Reeves non era invece mai salito su una tavola da surf in vita sua, ha dovuto imparare a farlo per Point Break e si è appassionato alla cosa, visto che il surf è diventato un suo hobby.