20 luglio 2017

Christopher Nolan dichiara guerra a Netflix

Il regista di Dunkirk all'attacco del servizio di streaming, che secondo lui rischia di far chiudere i cinema

 

Il regista del film del momento, il bellico Dunkirk, ha dichiarato guerra al servizio di streaming più popolare in circolazione. Una guerra verbale, meglio specificare. Christopher Nolan ha espresso parole decisamente negative nei confronti di Netflix, in particolare sulla scelta di distribuire le pellicole da loro prodotte direttamente sul piccolo schermo, trascurando le sale cinematografiche.

 

Il dibattito su questo tema si era già scatenato all'ultimo Festival di Cannes e ora a riaccenderlo ci pensa il regista di Inception e della trilogia del Cavaliere oscuro. Al riguardo, Nolan ha dichiarato: “Netflix dimostra una bizzarra avversione a supportare le uscite dei film nei cinema. Hanno adottato questa politica insensata che prevede l'uscita simultanea di ogni titolo in streaming, un modello ovviamente insostenibile per le sale cinematografiche. Non stanno neanche provando ad entrare in gioco e penso che stiano perdendo un'enorme opportunità. Penso che gli investimenti che Netflix sta sostenendo per supportare registi e progetti interessanti sarebbero più ammirevoli se non venissero utilizzati come un bizzarro strumento per spingere i cinema alla chiusura”.

 

Scopri la classifica dei film di Christopher Nolan dal peggiore al migliore

 

Guarda il trailer italiano di Dunkirk, il nuovo film di Christopher Nolan

 

Parere differente invece su un altro dei servizi di streaming più usati, Amazon, che rilascia alcuni film al cinema 90 giorni prima della diffusione in rete: “Amazon agisce in modo diverso. Netflix non capisce questa opportunità”.

 

Christopher Nolan contro Netflix. Tu da che parte della barricata ti schieri?