22 luglio 2017

CHiPS e le serie tv che sbarcano al cinema

I telefilm che sbarcano al cinema hanno una serie di altalenanti successi, se da una parte ci hanno dato una delle saghe di maggior fortuna degli ultimi anni con Mission: Impossible dall'altra sono anche incappati in flop come Operazione U.N.C.L.E.
Il caso di CHiPs appartiene a un filone meno ambizioso, anche se non privo di trionfi al botteghino. La serie più vicina a essere stata trasposta è sicuramente Starsky & Hutch, sia per ragioni cronologiche, visto che andò in Tv dal 1975 al 1979 mentre CHiPs fu trasmessa dal 1977 al 1983, sia perché entrambe avevano un tono poliziesco leggero ed erano costruite soprattutto su una coppia di agenti. Per certi versi in fondo CHiPs non è che l'evoluzione di Starsky & Hutch con le motociclette al posto dell'auto e con un tono ancora meno drammatico, che traghettava il pubblico fuori dalla durezza degli anni 70 e verso l'ottimismo degli anni 80. La trasposizione cinematografica di Starsky & Hutch con Ben Stiller e Owen Wilson fu un relativo successo, ma risale al 2004, che nella veloce mutazione del cinema contemporaneo è letteralmente un'altra era. E lo stesso vale per la meno riuscita Hazzard del 2005, serie Tv ancora più disimpegnata dai toni spesso apertamente comici e caricaturali, sebbene ancora una volta costruita su una coppia maschile, fianco a fianco sulle strade d'America tra un inseguimento e l'altro. In questo caso non sono però poliziotti e anzi è contro un corrotto sceriffo che se la vedono, inoltre le strade sono rurali, molto distanti dalle autostrade californiane di CHiPs. Il film comunque, nonostante una performance al botteghino non così scarsa - che giustificò anche la realizzazione di un prequel in forma di Tv movie - fu massacrato dalla critica e pose momentaneamente fine al revival cinematografico di questo filone. A resuscitare il genere del poliziesco leggero di derivazione televisiva in anni recenti è stato 21 Jump Street del 2012, basato su una serie Tv trasmessa dal 1987 al 1991. L'assunto completamente fuori dalla realtà, di una coppia di agenti che si infiltra al liceo per combattere il traffico di droga tra i minori, si presta naturalmente a una versione del tutto comica. Infatti i registi Phil Lord e Christopher Miller e la coppia di protagonisti Jonah Hill e Channing Tatum spingono sull'assurdità e gettano i protagonisti in situazioni molto più imbarazzanti di quelle della serie Tv, tanto che il film è distribuito con il rating R, vietato quindi ai minori di 17 anni non accompagnati. E lo stesso varrà per il sequel, 22 Jump Street di ancora maggior successo e uscito nel 2014.
È su questa scia che vengono prodotti due adattamenti come Baywatch e CHiPs, entrambi infatti R-Rated. Nel caso di Baywatch si traspone però una serie che attraversa tutti gli anni '90 e di nuovo è già in origine costruita sulla premessa assurda di un team di bagnini che combatte anche il crimine. Per CHiPs invece seguire questo filone basato su dialoghi che non temono allusioni sessuali e su scene d'azione sopra le righe, dove la violenza si fa eccessiva alla ricerca di esagerazioni comico-grottesche, comporta un notevole tradimento del materiale originale. Per rendere l'idea di quanto sia eclatante la trasformazione basti ricordare che i due agenti protagonisti del telefilm, Jon Baker e Frank Poncharello detto Ponch, non hanno mai, in tutta la durata della serie, usato armi da fuoco (anche se l'hanno fatto nel Tv Movie del 1999). Inoltre il tono è sempre stato genuinamente educativo e all'insegna di valori positivi, mentre qui è chiaro l'intento di dissacrare la mitologia della serie. Se Poncharello era un donnaiolo che spesso però si rendeva ridicolo nei suoi tentativi di conquista, nel film è invece più o meno un erotomane che ama parlare di anilingus e non resiste alla visione di una donna in pantaloni da yoga. Il suo compagno è per contrasto invece fin troppo morigerato: traumatizzato dalla fine del proprio matrimonio resiste anche alle avances femminili che riceve.
Allo stesso modo l'azione sfocia in sparatorie già dalla prima scena, quando Ponch spara per errore al proprio partner, fino al più tipico ed eccessivo scontro a fuoco finale con tanto di esplosioni e amputazioni. Un richiamo al fatto che nella serie originale non si sparasse è insito nell'incapacità di colpire qualsiasi bersaglio di Jon, ma naturalmente questo nel film diventa un problema da superare - non senza doppi sensi sul "fare cilecca" - legato all'insicurezza che la separazione della moglie ha trasmesso al personaggio. La coppia di CHiPS è dunque molto diversa da quella originale, anche se rimane la composizione mista, con un protagonista latino che in Tv era stato decisamente avanti sui tempi e che ancora oggi al cinema non è poi così usuale. Immancabile infine il cameo di Erik Estrada, il Poncharello originale, a sancire l'approvazione del progetto da parte del suo attore più significativo.