19 maggio 2018

Cannes 2018: Palma a Shoplifters, due premi all'Italia con Fonte e Rohrwacher

Alice Rohrwacher premiata per la miglior sceneggiatura con Lazzaro felice e Marcello Fonte di Dogman miglior attore

 

Grande cinema, un sacco di star, tanto glamour sul red carpet. Anche quest'anno il Festival di Cannes non ha deluso, sotto ogni punto di vista. Dopo aver visto tutti i film in Concorso, la giuria presieduta da una come al solito impeccabile ed elegantissima Cate Blanchett ha espresso i propri verdetti, che hanno riservato un paio di momenti di gloria per il nostro cinema: Alice Rohrwacher con Lazzaro felice è stata premiata per la miglior sceneggiatura e Marcello Fonte come miglior attore per Dogman. La Palma d'Oro di miglior film è invece stata consegnata al favorito dei pronostici, Shoplifters (Manbiki kazoku) del giapponese Hirokazu Kore'eda.

 

La cerimonia di chiusura è stata segnata dall'intervento di Asia Argento che, prima di consegnare il premio per la migliore interpretazione femminile, ha dichiarato di essere stata stuprata nel 1997 a Cannes da Harvey Weinstein e ha usato contro il produttore parole infuocate. Asia ha predetto che non sarà mai più il benvenuto al Festival e vivrà in disgrazia, rinnegato da quella comunità cinematografica che in passato ha coperto i suoi crimini.

 

Non è passato inosservato nemmeno Roberto Benigni, che sul palco si è confermato il solito mattatore, e ha consegnato il premio per la miglior interpretazione maschile al connazionale Marcello Fonte, l'attore rivelazione di Dogman diretto da Matteo Garrone. Fonte ha ringraziato Garrone per aver avuto il coraggio di ingaggiarlo come protagonista del suo film.

 

Il premio alla miglior sceneggiatura, ex-aequo, è andato alla nostra Alice Rohrwacher per Lazzaro felice e agli iraniani Jafar Panahi e Nader Saeivar per Trois Visages. Come miglior regista è stato scelto il polacco Paweł Pawlikowski, già autore del notevole Ida, per il suo nuovo Cold War (Zimna wojna), uno dei film più apprezzati dalla critica in questa edizione.

 

La Palma d'Oro speciale è stata consegnata a Le livre d'image diretto dal maestro del cinema 87enne Jean-Luc Godard. Il premio della giuria è andato al libanese Capharnaüm di Nadine Labaki, mentre il Gran premio della giuria è stato assegnato a BlacKkKlansman di Spike Lee.

 

Di seguito puoi dare un'occhiata all'elenco di tutti i premi e i premiati del Festival di Cannes 2018.

 

Concorso

Palma d'oro: Shoplifters (Manbiki kazoku) di Hirokazu Kore'eda (Giappone)

Grand Prix Speciale della Giuria: BlacKkKlansman di Spike Lee (Usa)

Prix de la mise en scène: Cold War (Zimna wojna) di Pawel Pawlikowski (Polonia)

Prix du scénario: Lazzaro felice di Alice Rohrwacher (Italia) ex aequo con Trois Visages di Jafar Panahi (Iran)

Prix d'interprétation féminine: Samal Yeslyamova per Ayka di Sergey Dvortsevoy (Kazakistan)

Prix d'interprétation masculine: Marcello Fonte per Dogma di Matteo Garrone (Italia, Francia)

Premio della giuria: Capharnaüm di Nadine Labaki (Libano)

Palma d'oro speciale: Le livre d'image, regia di Jean-Luc Godard (Svizzera)

 

Un Certain Regard

Premio Un Certain Regard: Gräns di Ali Abbasi

Premio speciale della Giuria: Chuva é cantoria na aldeia dos mortos di João Salaviza e Renée Nader Messora

Miglior regia: Sergei Loznitsa per Donbass

Miglior interpretazione: Victor Polster per Girl

Miglior sceneggiatura: Meryem Benm'Barek per Sofia

 

Settimana Internazionale della Critica

Gran Premio Settimana Internazionale della Critica: Diamantino di Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt

Premio Louis Roederer per la Rivelazione: Félix Maritaud per Sauvage

Premio SACD: Kona fer í stríð di Benedikt Erlingsson

Aide Fondation Gan à la Diffusion: Sir di Rohena Gera

Premio Scoperta Leica Cine del cortometraggio: Ektoras Malo: I Teleftea Mera Tis Chronias di Jacqueline Lentzou

Premio Canal+ del cortometraggio: Un jour de mariage di Elias Belkeddar

 

Quinzaine des Réalisateurs

Premio Art Cinéma: Climax di Gaspar Noé

Premio Europa Cinema Label: Troppa grazia di Gianni Zanasi

Premio SACD: En liberté! di Pierre Salvadori

Premio Illy per il cortometraggio: Skip Day di Patrick Bresnan e Ivete Lucas

 

Cinéfondation

Primo premio - El Verano del Léon Eléctrico di Diego Céspedes

Secondo premio - Kalendar di Igor Poplauhin

Terzo premio - Inanimate di Lucia Bulgheroni

 

Altri premi

Premio della Giuria Ecumenica:

L'Œil d'or Jury: La strada dei Samouni di Stefano Savona

Menzione speciale a Libre di Michel Toesca e The Eyes of Orson Welles di Mark Cousins

Queer Palm: Girl di Lukas Dhont

Premio François Chalais:

Dog Palm: L'intero cast canino di Dogman

Gran premio della giuria al pechinese immaginario di Diamantino

Cannes Soundtrack Award: Roman Bilyk, German Osipov e i Zveri per Leto

Trofeo Chopard:

Rivelazione femminile: Elizabeth Debicki

Rivelazione maschile: Joe Alwyn

 

Premio speciale

Carrosse d'Or - Martin Scorsese