27 luglio 2018

Buffy: la nuova serie sarà un revival più che un reboot?

La showrunner Monica Owusu-Breen ha rilasciato le prime dichiarazioni sul suo approccio alla serie cult

 

Reboot o revival, questo è il dilemma. C'è ancora molto mistero intorno alla nuova serie su Buffy l'ammazzavampiri, anche e soprattutto dopo le prime dichiarazioni da parte della showrunner Monica Owusu-Breen.

 

Scopri perché la nuove serie di Buffy l'ammazzavampiri potrebbe o non potrebbe funzionare

 

In seguito alle discussioni e alle polemiche nate negli scorsi giorni in seguito all'annuncio di un reboot della tanto amata serie cult creata da Joss Whedon e trasmessa negli Usa a cavallo tra il 1997 e il 2003, la sceneggiatrice ha voluto intervenire in prima persona, sebbene le sue parole non aiutino a fare molta chiarezza.

 

Attraverso un messaggio pubblicato su Twitter, Monica Owusu-Breen ha raccontato il suo approccio alla nuova serie: “Per alcuni sceneggiatori di genere è Star Wars. Buffy è il mio Star Wars. Prima di iniziare a lavorare come autrice ero una fan. Per sette stagioni ho guardato crescere Buffy Summers, trovare l'amore, uccidere quell'amore. L'ho vista combattere, e lottare e uccidere. C'è solo UNA Buffy. Uno Xander, una Willow, Giles, Cordelia, Oz, Tara, Kendra, Faith, Spike, Angel... Non possono essere sostituiti. La serie brillante e meravigliosa di Joss Whedon non può essere replicata. Non ci proverei nemmeno. Ma siamo qui, venti anni dopo... E il mondo sempra molto più spaventoso. Quindi forse è arrivato il momento di incontrare una nuova Cacciatrice. Ed è tutto quello che ho da dire”.

Dichiarazioni che hanno fatto avanzare l'ipotesi che la nuova stagione possa rappresentare un revival della “vecchia” Buffy, anziché un reboot completo, con una Cacciatrice tutta nuova, ma anche il possibile ritorno in scena dei vecchi personaggi. Sarà davvero così?

via GIPHY