19 giugno 2017

Bill Cosby: dichiarato nullo il processo per stupro

La giuria non ha raggiunto un verdetto unanime nei confronti dell'attore de I Robinson

 

Bill Cosby l'ha fatta franca, almeno per il momento. L'attore 79enne un tempo noto per l'iconica parte di Heathcliff Robinson nella sitcom I Robinson, da lui anche creata, oggi fa parlare di sé unicamente per i suoi scandali sessuali.

 

Nel corso degli ultimi anni, Cosby è stato accusato da oltre 50 donne di stupro e abusi. Molte di queste accuse sono però cadute in prescrizione. L'unico caso in cui si è arrivati in sede legale fino ad ora è quello di Andrea Constand, ex direttrice della squadra di basket della Temple University di Filadelfia. La donna sostiene che l'attore nel 2004 l'ha drogata e quindi stuprata.

 

La giuria chiamata a esprimersi sul caso, formata da sette uomini e cinque donne, dopo 40 ore di deliberazione non è riuscita a raggiungere un verdetto unanime e così il giudice ha dichiarato il “mistrial”, ovvero l'annullamento del processo.

 

Il procuratore distrettuale Kevin Steele ha affermato che tenterà di nuovo di inchiodare Bill Cosby, ma sembra che un nuovo procedimento nei suoi confronti non avverrà subito. L'ex star tv ha ammesso l'uso del sedativo Quaalude (quello di cui fa uso Leonardo DiCaprio nel film The Wolf of Wall Street), ma ha sempre dichiarato che i rapporti sono stati consenzienti sia con la Constand che con le altre donne che lo accusano. Adesso dovrà comunque vedersela con altre tegole giudiziarie, considerando che ha in vista altre quattro cause in sede civile da parte di almeno altre 10 donne.

 

A continuare a stare comunque dalla sua parte è la moglie Camille Cosby che, in seguito al verdetto, o meglio non-verdetto, ha dichiarato: “Sono grata ai giurati per aver rivisto le prove, che è il modo giusto di procedere. La verità può essere schiacciata, ma non distrutta”.