19 febbraio 2018

BAFTA 2018: trionfa Tre manifesti, premiato anche Chiamami col tuo nome

Agli Oscar britannici cinque premi per il film di Martin McDonagh e uno per quello di Luca Guadagnino

 

Giocava in casa e ha rispettato i favori dei pronostici. Tre manifesti a Ebbing, Missouri è stato il trionfatore principale dei BAFTA 2018, gli Oscar del cinema britannico che in genere anticipano, almeno in parte, quelli che potrebbero essere i risultati degli Academy Awards veri e propri.

 

Tra i premi conferiti dalla British Academy of Film and Television Arts, ben 5 sono andati a Tre manifesti Ebbing, Missouri di Martin McDonagh: per il miglior film in assoluto, per il miglior film britannico, per la miglior attrice (Frances McDormand), per il miglior attore non protagonista (Sam Rockwell) e per la miglior sceneggiatura originale.

 

Un riconoscimento è andato anche a Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, che grazie all'adattamento di James Ivory del libro omonimo di André Aciman si è portato a casa il BAFTA per la miglior sceneggiatura non originale. Guillermo del Toro ha invece superato Christopher Nolan e ha vinto come miglior regista dell'anno con La forma dell'acqua – The Shape of Water.

 

Nessuna sorpresa nelle categorie degli attori dove, oltre a Frances McDormand e Sam Rockwell, ci sono state le vittorie di Gary Oldman per L'ora più buia e di Allison Janney per Tonya. I quattro sono sempre più i favoriti anche per gli Oscar 2018 che verranno consegnati nella notte di domenica 4 marzo.

 

Qui di seguito puoi scorrere l'elenco completo dei vincitori dei BAFTA 2018.

 

MIGLIOR FILM

Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Graham Broadbent, Pete Czernin, Martin McDonagh)

 

MIGLIOR REGISTA

Guillermo del Toro (La forma dell’acqua – The Shape of Water)

 

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

Frances McDormand (Tre manifesti a Ebbing, Missouri)

 

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Gary Oldman (L’ora più buia)

 

MIGLIOR FOTOGRAFIA

Blade Runner 2049 (Roger Deakins)

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Martin McDonagh)

 

MIGLIOR SUONO

Dunkirk (Alex Gibson, Richard King, Gregg Landaker, Gary A. Rizzo, Mark Weingarten)

 

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA

Allison Janney (I, Tonya)

 

MIGLIOR DEBUTTO PER UNO SCENEGGIATORE, REGISTA O PRODUTTORE INGLESE

I Am Not A Witch (Rungano Nyoni – Writer/Director, Emily Morgan – Producer)

 

MIGLIORI EFFETTI VISIVI

Blade Runner 2049 (Richard R. Hoover, Paul Lambert, Gerd Nefzer, John Nelson)

 

MIGLIORI SCENOGRAFIE

La forma dell’acqua – The Shape of Water (Paul Austerberry, Jeff Melvin, Shane Vieau)

 

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Sam Rockwell (Tre manifesti a Ebbing, Missouri)

 

MIGLIOR SCENEGGIATURA ADATTATA

Chiamami col tuo nome (James Ivory)

 

MIGLIOR FILM NON IN LINGUA INGLESE

The Handmaiden (Park Chan-wook, Syd Lim)

 

MIGLIOR CORTO BRITANNICO

Cowboy Dave (Colin O’Toole, Jonas Mortense)

 

MIGLIOR CORTO ANIMATO BRITANNICO

Poles Apart (Paloma Baeza, Ser En Low)

 

MIGLIOR DOCUMENTARIO

I Am Not Your Negron (Raoul Peck)

 

MIGLIOR MONTAGGIO

Baby Driver (Jonathan Amos, Paul Machliss)

 

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE

Coco (Lee Unkrich, Darla K. Anderson)

 

MIGLIORI COSTUMI

Il filo nascosto (Mark Bridges)

 

MIGLIOR TRUCCO E PARRUCCO

L’ora più buia (David Malinowski, Ivana Primorac, Lucy Sibbick, Kazuhiro Tsuji)

 

MIGLIOR COLONNA SONORA

La forma dell’acqua – The Shape of Water (Alexandre Desplat)

 

EE RISING STAR AWARD

Daniel Kaluuya

 

MIGLIOR FILM BRITANNICO

Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Martin McDonagh, Graham Broadbent, Pete Czernin)